Le canzoni dell’estate 2012: i tormentoni italiani e stranieri che hanno accompagnato la nostra estate dieci anni fa.

L’estate 2012 fu dominata dai tormentoni, come sempre, ma molto differenti rispetto a quelli degli anni più recenti. Si cominciavano ad affacciare i ritmi reggaeton, la trap era ancora in cantiere, ma a conquistare il titolo di canzone dell’estate furono soprattutto il ritmo solare di alcuni grandi cantautori italiani e di alcune delle voci femminili più apprezzate degli ultimi anni. Andiamo a riscoprire e riascoltare le hit più ballate di quella incredibile stagione.

Le canzoni dell’estate 2012: i tormentoni italiani

Prima che la musica italiana virasse con grande forza verso i ritmi latini e reggaeton, la leggerezza era tutta italiana, la solarità era mediterranea. Capitava così che Jovanotti scrivesse per una voce pazzesca, come quella di Giorgia, una canzone molto divertente come Tu mi porti su.

Giorgia
Giorgia

A proposito di grandi voci femminili, negli anni successivi al suo exploit ad Amici Emma era una delle cantanti più amate in assoluto (come d’altronde è ancora oggi). Ogni suo brano era un successo, anche quando non propriamente estivo. Basti pensare a Cercavo amore, ancora adesso una canzone molto apprezzata dai fan. Il vero tormentone fu però di un altro cantautore italiano, decisamente più versatile, che in quella calda estate si regalò una canzone che guardava al Salento e a certi generi tradizionali straordinari, come la pizzica. Il riferimento è ovviamente a Biagio Antonacci e alla sua Non vivo più senza te:

I tormentoni estivi stranieri del 2012

Dall’estero iniziavano ad arrivare i primi grandi successi latinoamericani. Il 2012 fu ad esempio l’anno di Gustavo Lima e della sua Balada. Ma in linea di massima era ancora l’America a dettare legge. Tra i brani di quell’estate ricordiamo quindi Dance Again di Jennifer Lopez, Call Me Maybe di Carly Rae Jepsen, Girl Gone Wild di Madonna, Payphone dei Maroon 5, Summer Paradise dei Simple Plan con Sean Paul.

Incredibilmente, però, a dominare le classifiche in tutto il mondo fu una canzone ‘cotta a fuoco lento’, uscita nel luglio 2011 ma diventata un successo internazionale solo l’anno dopo, grazie anche alla spinta di un fenomeno del calcio come Neymar. Il brano in questione è Ai se eu te pego! del brasiliano Michel Telo:

Riproduzione riservata © 2022 - NM

strillo

ultimo aggiornamento: 14-08-2022


Le più belle canzoni sul mare

Le migliori canzoni da ascoltare ‘on the road’