La popstar, con il suo film-concerto “Taylor Swift: The Eras Tour”, ha realizzato gli incassi più alti della storia, superando persino “This is it” di Michael Jackson.

Il film-concerto di Swift, intitolato “Taylor Swift: The Eras Tour” è stato presentato per la prima volta nelle sale il 13 ottobre e ad oggi ha incassato oltre 261,5 milioni di dollari. Cifra da record, considerando che il re del pop, Michael Jacckson, con il suo “This is it” uscito nel 2009 si è fermato alla cifra di 261,2 milioni di dollari.

“Taylor Swift: The Eras Tour”: un successo immediato

Il film in realtà aveva già battuto un record durante il suo primo weekend di esordio in sala: in quei giorni infatti “The Eras Tour” ha incassato 92,8 milioni di dollari in Nord America e 30,7 milioni di dollari a livello internazionale, arrivando ad un totale di 113 milioni di dollari. Questo risultato ha permesso a Swift di superare gli incassi realizzati nel primo weekend di proiezione in sala da “Justin Bieber: Never Say Never“, che nel 2011 che aveva incassato poco più di 65 milioni di euro. Il film della pop star è così diventando il secondo miglior debutto di sempre, dopo “Joker”.

“Taylor Swift: The Eras Tour”: le ragioni del successo

Oltre all’incredibile apprezzamento e consenso che Taylor Swift riscuote da anni, probabilmente le ragioni di questo successo incredibile sono da ricercare nelle scelte di distribuzione fatte dalla cantante. Swift ha infatti deciso di evitare la collaborazione con un distributore importante, stringendo direttamente un accordo con AMC Theatres, la più grande catena di cinema al mondo, incassando il 57% delle vendite dei biglietti.

Per chi fosse incuriosito e lo volesse vedere, finalmente “The Eras Tour” è approdato anche sulle piattaforme di streaming. Questo risultato arriva a una settimana dal debutto del tour in Cina dove ha incassato circa 8 milioni dal 31 dicembre a oggi.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 8 Gennaio 2024 15:14


“Non me lo aspettavo”, la reazione di Ed Sheeran agli Emmy

Fabrizio De André, la ristampa dei dischi per il 25esimo anniversario della sua scomparsa