Taylor Swift contro Apple Music: uno a zero per la reginetta del pop

Perché i Green Day si chiamano così?

Annuncio a sorpresa di Taylor Swift. “Non metterò la mia musica su apple Music”.

La super star Taylor Swift, ha dichiarato tramite social che non darà la disponibilità del suo ultimo album sul nuovo servizio streaming di Apple, “Apple Music“, in uscita il prossimo 30 giugno. La decisione di Taylor Swift è dovuta alla mancanza dei proventi per gli artisti nel periodo di prova gratuito del servizio (3 mesi). La decisione della reginetta del pop sembra aver messo a segno un dietro front non da poco da parte del management di Cupertino.

Infatti il manager di Apple, Eddy Cue, via Twitter ha dichiarato che anche per i tre mesi di prova verranno pagati i diritti a tutte le componenti chiamate in causa, artisti, produttori e discografici.
Non è la prima volta che Taylor Swift entra in polemica con le piattaforme di streaming. Nel 2014 fece togliere dalla piattaforma leader dello streaming musicale Spotify, il suo ultimo album 1989, e successivamente rinuciò a presenziare al lancio della piattaforma Tidal, benchè fosse stata una delle prime ad aderire al servizio esclusivo di Jay-Z .

Il post di Taylor su Tumblr è risultato molto chiaro: “L’ho trovato scioccante, sgradevole e completamente in discontinuità con questa compagnia storicamente rivolta agli investimenti e al progresso”.

La pronta risposta di Apple: “Apple si assicurerà sempre che gli artisti vengano pagati e pagherà gli artisti per lo streaming, anche durante il periodo di prova per i consumatori”.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 22-06-2015

Redazione Notizie Musica