Springsteen vale come giustifica a scuola

Springsteen, durante un concerto tenutosi alla Los Angeles Sports Arena, ha indossato le vesti di padre adottivo, firmando la giustificazione ad un fan in vista dell’assenza del giorno dopo a scuola

Il mondo della musica, in particolar modo, regala sempre emozioni nuove ed, a volte, anche piacevoli sorprese. Durante un concerto di SpringSteen, tenutosi alla Los Angeles Sports Arena, un piccolo fan, Xabi Glovsky, ha fatto una richiesta molto bizzarra al cantante, impegnato ovviamente nell’intrattenere il pubblico. Non un saluto, nemmeno la richiesta di essere accolto sul palco: il bambino di nove anni, infatti, era soltanto alla ricerca di un adulto che potesse firmargli la giustifica per la scuola.

Springsteen il padre adottivo

Springsteen, alquanto meravigliato dalla lettura di un cartellone di tale genere, ha immediatamente adocchiato il bambino, facendolo trasportare alla sicurezza fin sul palco per farlo ballare insieme a lui ed accontentarlo nella sua bizzarra quanto originale richiesta. Un alibi di ferro per il piccolo Xabi, da sempre fan del cantante ed, adesso, anche famoso sul web, oltre ad aver trovato il giusto escamotage per saltare la lezione di scuola del giorno dopo.

La parola passa a Scott

Il padre, avvocato quarantottenne di nome Scott, del piccolo Xabi, scortato fin sul palco per avere la tanto agognata giustificazione, ha così commentato le proprie emozioni dinanzi alla felicità impressa nel viso del proprio figlio grazie all’operato del rocker: “Appena ha visto mio figlio, Bruce ha esclamato: ‘Ecco il grande ragazzo’. Poi, gli ha chiesto il nome della sua maestra, ha preso carta e penna e ha cominciato a scrivere”. Scott non potrà che essere rimasto più che soddisfatto dell’accaduto, avendo regalato al proprio figlio una serata magica con il cantante sin da sempre seguito, con la possibilità, soltanto per questa volta, come giusto che sia, di saltare la scuola il giorno dopo.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 20-03-2016

Mario Sorbo