Al giorno d’oggi, si sa, tutto o quasi gira intorno ai social network. Rappresentano, probabilmente, lo strumento di maggiore importanza e sicuramente quello più efficace per aumentare la propria visibilità.

Al giorno d’oggi, si sa, tutto o quasi gira intorno ai social network. Rappresentano, probabilmente, lo strumento di maggiore importanza e sicuramente quello più efficace per aumentare la propria visibilità e immagine. Così come per chi vende servizi e/o prodotti o per chi scrive, i social network rappresentano un’eccezionale strumento anche per musicisti, DJ e cantanti. Si, perché oggi sui social è possibile promuovere la propria musica in maniera molto più semplice e veloce rispetto al passato.

Esistono numerosi social network dove promuovere la propria musica in maniera efficace e per ognuno di essi è necessario adottare una strategia ben precisa. Prima di parlarne però, è doveroso fare un piccolo appunto su YouTube,probabilmente la prima piattaforma di videosharing che ha rappresentato per tanto tempo un vero e proprio trampolino di lancio per aspiranti cantanti e musicisti.

Strategie di marketing

Promuovere la propria musica
Promuovere la propria musica

Prima di vedere quali sono i migliori social network utili a questo scopo e come utilizzarli nella maniera più giusta ed efficace, è bene capire nel dettaglio le prime cose da fare, sia se si è principianti, sia se si è già abbastanza esperti.

  • Creazione del marchio – La prima cosa da fare, per distinguersi dalla massa e rendersi unici, è la creazione del personale logotipo o marchio. Il marchio sarà poi successivamente parte integrante di ogni contenuto, comparendo sempre in qualsiasi post o pubblicità.
  • Creazione di un sito web -Altrettanto importante è la creazione di un proprio sito web; attraverso di esso è possibile vendere la propria musica e aumentare ulteriormente la propria visibilità, riempendo l’home page di contenuti e di promozioni. Anche qui è importante la presenza del marchio, ma anche il design: è bene quindi includere caratteri speciali, il logo e colori accesi e vivaci per colpire subito gli utenti anche dal punto di vista estetico.
  • Utilizzo dei social media – Finalmente arrivano i social media. Tutto ciò di cui è necessario disporre è un semplice account Facebook, Twitter o Instagram. Successivamente, ciò che serve fare, è provare a creare un piccolo “pubblico”. Se già si è in possesso di un account personale, una buona strategia da adottare potrebbe essere quella di trasformare il suddetto account in un account professionale, così da mantenere i propri followers. Fatto ciò, è importante postare contenuti in grado di sorprendere i propri follower, così da mantenere vivo il loro interesse. Dopodiché, ci si può mettere alla ricerca di nuovi fan.

I principali social network

Dopo aver visto quali sono le principali cose da fare, è arrivato il momento di scoprire quali sono i principali social network da utilizzare e in che modo.

  • Facebook – Nonostante la fama crescente di tanti altri social network, Facebook risulta essere ancora il più utilizzato social network dai musicisti e cantanti, mostrando ancora un elevato potenziale sotto l’aspetto della promozione musicale. Questo perché, si tratta di una piattaforma che possiede un numero elevatissimo di utenti, offrendo la possibilità di creare una propria fan page ove è possibile pubblicare i propri contenuti riuscendo a coinvolgere l’intero mondo. Questo ovviamente prevede un investimento, che però non risulta essere molto elevato: con 100-200 euro al mese è infatti possibile riuscire a creare una rete molto numerosa di follower. Inoltre, è possibile creare eventi così da mettere a conoscenza gli utenti di vari concerti o spettacoli che si terranno.
  • Instagram – Rappresenta probabilmente il social network più in voga degli ultimi anni e forse quello più indicato per raggiungere il maggior numero di persone. Perché se è vero che Facebook possiede un elevatissimo numero di utenti, è anche vero che Instagram possiede più tipi di target (principalmente giovani, rispetto a Facebook che è un regno un po’ diverso). Se si sceglie di utilizzare Instagram, la prima cosa da fare è trasformare il proprio account personale in account aziendale. Con l’account aziendale è infatti possibile avere accesso a dati e statistiche, oltre che a poter pubblicizzare i propri post.

    È di fondamentale importanza, in seguito, la creazione di un profilo piacevole da vedere e in grado di catturare l’attenzione degli utenti; grande importanza va quindi data all’immagine del profilo, alla descrizione in bio e ai contenuti in evidenza. Sono questi i 3 elementi principali in grado di catturare l’attenzione.

    Per aumentare ulteriormente la propria visibilità un’altra strategia potrebbe essere quella di postare i contenuti in orari strategici, ovvero quegli orari in cui è presente il maggior numero di persone online.

    Importante è, poi, l’uso degli hashtag. Attraverso questa funzione, infatti, soprattutto se utilizzata nel modo corretto, è possibile raggiungere un numero e un target ancora più vasto. Infine, assolutamente vietato sottovalutare le storie di Instagram. Al pubblico interessa rimanere costantemente aggiornato anche sulla quotidianità: a questo scopo, niente di meglio delle stories.
  • Soundcloud – Probabilmente si tratta di un canale sconosciuto ai principianti e ai musicisti in erba, ma sicuramente conosciuto dai più esperti. Soundcloud rappresenta uno dei primi social network dove è possibile stare in contatto con altri musicisti o cantanti, offrendo la possibilità di creare una solida base di ascoltatori e di confrontarsi con altre persone che fanno lo stesso lavoro o inseguono la stessa passione. Attraverso questi continui contatti e collaborazioni, c’è la possibilità di stabilire reti fondamentali sia a livello promozionale che creativo.
  • Twitter – Rispetto ai social sopracitati, Twitter possiede un target di utenti molto selezionato e limitato. Nonostante ciò, risulta essere un canale piuttosto valido per quel che riguarda la promozione musicale. Questo perché offre la possibilità di effettuare delle live tweet e di rispondere facilmente e in tempo reale alle domande e alle curiosità degli utenti. Inoltre, anche qui è previsto un largo uso di hashtag che, se utilizzati nel modo giusto, possono risultare molto efficaci.
  • Spotify e iTunes – Si tratta di due ottime piattaforme su cui è possibile distribuire la propria musica, in particolare Spotify, molto seguito sia a livello locale che nazionale, ove è possibile raggiungere un buon numero di utenti. Qui risulta importante l’aggiunta di audio dropper raggiungere un numero di utenti ancora più vasto.

Sympathy for the Devil: online il primo live della hit dei Rolling Stones

TikTok firma un accordo con Sony Music: nuove canzoni in arrivo