Si è chiusa ieri la terza serata del Festival di Sanremo: la cover La sera dei miracoli, cantata dagli Stadio, è stata la più votata dal pubblico, la Raffaele sul palco nei panni di Donatella Versace.

Non può essere un caso che ieri, nella serata che il Festival di Sanremo ha dedicato alle cover, ad essere scelta dal pubblico sia stata la canzone di Lucio Dalla, La sera dei miracoli, interpretata dalla band che è nata proprio con l’artista bolognese, gli Stadio. Il pubblico ha preferito il brano cantato da Gaetano Curreri nonostante l’ora tarda di uscita sul palco (il gruppo si è esibito per ultimo, quarto nell’ultimo quintetto dei venti big) e nonostante la grande concorrenza. Mostri sacri della musica italiana quelli che i cantanti in gara hanno portato all’Ariston: gli Stadio hanno battuto al fotofinish Dedicato di Loredana Bertè, interpretata da Noemi, Don Raffaè di Fabrizio De Andrè cantata da Clementino, Io vivrò senza te di Battisti (Valerio Scanu si è piazzato al secondo posto, alle spalle degli Stadio) e Tu vuoi fa l’americano di Renato Carosone, brano con il quale Rocco Hunt ha fatto scatenare l’Ariston.

I Pooh festeggiano i cinquant’anni a Sanremo

La serata dedicata al passato non poteva essere del tutto tale senza i Pooh: sono stati loro a salire sul palco e nonostante la voce di Facchinetti non sia più quella di un tempo (e su Uomini soli l’artista ha portato a termine l’esecuzione pur nelle difficoltà) lo spettacolo ha divertito pubblico in sala e pubblico a casa.

Al fianco delle canzoni, però, è emerso quello che le prime due sere avevano già fatto ben intendere: e cioè che a salvare il Festival dalla rigidità entro la quale Carlo Conti è sembrato volerlo rinchiudere c’è una spigliata e bravissima Virginia Raffaele, mai nei panni di sé stessa ma sempre diversa e convincente.

Non importa se Ferilli, Carla Fracci o, nel caso di ieri sera, Donatella Versace. È aria fresca per il conduttore di Sanremo, ieri alle prese anche con il primo inconveniente tecnico della serata, l’errore che ha mandato in finale tra i giovani la Nuova Proposta sbagliata.

Gli ascolti della terza serata di Sanremo

Ascolti in leggero calo rispetto alla terza serata di un anno fa, quando Carlo Conti aveva portato a Sanremo proprio le cover, così come ieri: 10.461.000 di spettatori (la media tra la prima e la seconda parte) e 47.8 per cento di share.

Dodici mesi fa, invece, gli spettatori della terza puntata del Festival di Sanremo furono 10.586.000 spettatori, col 49,51 per cento di share.

In termini di spettatori la terza serata migliore in termini di spettatori rimane quella del 2011, l’edizione condotta da Gianni Morandi.

Foto cover Album Stadio Facebook official 


Festival di Sanremo, operazione nostalgia: sul palco i Pooh e i Big cantano i successi del passato

Sanremo, pioggia di album: in uscita i dischi dei big e la compilation con i brani del Festival