Sanremo Giovani 2018: ecco le migliori canzoni dei 69 finalisti

La kermesse del Festival di Sanremo Giovani 2019 è iniziata. Ecco le migliori canzoni dei 69 finalisti.

Dopo una lunga attesa, sono state rese disponibili all’ascolto sul sito sanremo.rai,it le 69 canzoni finaliste dell’edizione 2019 del Festival di Sanremo Giovani. Un’edizione particolarmente importante, in quanto si tratta della prima disgiunta dal Festival dei Big, al quale parteciperanno i due vincitori di questa competizione tra Nuove Proposte. In attesa di poter assistere allo show, che andrà in onda dal 17 al 21 dicembre 2018, ecco le migliori canzoni in gara secondo la nostra redazione!

Sanremo Giovani 2019: la classifica delle migliori canzoni

Tra le 69 canzoni arrivate fino a questa fase delle selezioni vi sono sicuramente brani nati per puntare alla vittoria, altri che invece cercano di sorprendere la giuria con soluzioni inusuali per Sanremo. Quello che si può notare è che la tendenza della musica italiana a prendere come modello l’indie sta ormai per raggiungere anche l’Ariston. Meno presente invece la trap (e forse non è un male). Ecco la nostra classifica delle migliori 5 canzoni dei partecipanti.

5 – Lelio Morra: Giganti

Canzone cantautorale di quel cantautorato che sembrava andare di moda negli anni Sessanta-Settanta, ma ovviamente di minor qualità. D’altronde, che Lelio guardi al passato lo si può comprendere già dalla foto che lo rappresenta. Nonostante tutto questa ballad funziona bene. Il napoletano classe ’86 è infatti già da anni in giro nel panorama underground italiano, e l’esperienza in questi casi paga.

4 – Nyvinne: Io ti penso

Giovane cantautrice di grande talento, Nyvinne aveva partecipato a Sanremo nella sezione Nuove Proposte già lo scorso anno, venendo però sorprendentemente esclusa. Quest’anno ci riprova con una ballata tesa e vissuta, molto intensa. La dizione non è delle migliori (non può essere questione di stile, bisogna lavorarci), ma il risultato è comunque molto apprezzabile.

3 –  Cobalto: Fuorigioco

Gli inni generazionali spesso funzionano. Non fosse altro perché, rispetto ad altri tipi di brani, fanno presa su un maggior numero di persone. I Cobalto ci provano con questa ironica Fuorigioco, che vuole parlare delle angosce di una generazione di sognatori, quella dei millennials nati tra la fine degli Ottanta e gli inizi dei Novanta, le cui prospettive sono confuse ma che non perdono il sorriso davanti alle difficoltà.

2 – Mahmood: Gioventù bruciata

Ci ha provato con X Factor nel 2012, ci ha riprovato con le Nuove Proposte di Sanremo nel 2016. Oggi il ventiseienne Mahmood non si arrende e tenta ancora la via dell’Ariston. Il ragazzo di talento ne ha da vendere. Sulla scrittura può ancora migliorare (il testo è poco più che sufficiente), ma le capacità di interpretazione sono già da artista maturo. E la voce è di quelle che rimane in testa. Riuscirà il suo R&B a convincere la giuria?

1 – Easy Funk: Lobotomia

Una premessa è d’obbligo: dovesse vincere questo brano, saremmo i primi ad esserne sorpresi. Musicalmente Lobotomia è uno dei pezzi più interessanti, con il suo andamento funky sul quale si stende un rappato molto ben eseguito. Testualmente ha molto da dire, con il suo stile hip hop anni Novanta. Il ritornello è anche molto orecchiabile. Insomma, le carte in regola ci sono tutte. Non fosse che probabilmente si tratta di un pezzo troppo poco ‘sanremese’. Per farlo passare i giudici dovrebbero turarsi il naso rispetto alle attese del grande pubblico.

NC – Giacomo Voli: Senza l’autotiun

Francamente, la partecipazione di Voli a Sanremo Giovani non è finalizzata a raggiungere l’Ariston. Il cantante, dal 2016 voce dei Rhapsody of Fire, uno dei gruppi metal italiani più apprezzati nel mondo, ha voluto irridere la scena musicale attuale con un pezzo ironico e velenoso, cantato perfettamente, molto orecchiabile, per nulla adatto alla partecipazione a Sanremo. Eppure, tra il serio e il faceto, è certamente uno dei migliori di tutti e 69. Bravo Giacomo!

Federica Abbate
Fonte foto: https://www.facebook.com/federicabbateof/

Sanremo Giovani 2019: le canzoni favorite

Se le canzoni precedenti erano le migliori a nostro parere, va detto che difficilmente potranno vincere la competizione e arrivare al Festival di Sanremo dei grandi. Questo perché i veri favoriti sono altri cantanti in gara in questo Sanremo Giovani 2019: scopriamoli insieme!

5 – Michele Merlo: Non mi manchi più

Conosciuto per la sua partecipazione ad Amici come Cinemaboy, Merlo presenta un brano pop dall’atteggiamento sia musicale che testuale molto indie. Più Coez che Calcutta, ma comunque di buona fattura. Dovesse arrivare sul palco dell’Ariston non sarebbe una sorpresa.

4 – La Rua – Alla mia età si vola

Il gruppo pop folk marchigiano ha già avuto modo di farsi conoscere in passato. Non si tratta certo di Nuove Proposte in senso stretto, se è vero che hanno partecipato anche al primo album di duetti di Cristina D’Avena: un onore concesso solo ai big della nostra musica. Il brano presentato non è particolarmente convincente, colpa anche di un ritornello un po’ banale. Ma non inserirli tra i favoriti sarebbe un insulto alla loro storia.

3 – Cimini – Anime impazzite

Cantautore di origini cosentine sbocciato però a Roma, Cimini non ha forse bisogno di Sanremo per arrivare in alto. Negli ultimi tempi ha infatti già fatto parlare di sé per un altro singolo di buon livello, Tokyo. Anime impazzite è una buona proposta, a sua volta un po’ indie, un po’ cantautorale, un po’ pop in senso stretto. Una miscela che funziona molto bene.

2 – Federica Abbate – Finalmente

Conosciuta per essere l’autrice di tormentoni come Roma-Bangkok e Nessun grado di separazione, stavolta Federica si mette in gioco in prima persona, con un brano orecchiabile e cantato in maniera originale. Non è certamente il miglior pezzo dell’intero lotto, ma in questo caso il nome già conosciuto potrebbe fare la differenza verso il Sanremo dei grandi.

1 – Einar: Centomila volte

Secondo classificato ad Amici, alle spalle di Irama, Einar è l’assoluto favorito della kermesse riservata alle Nuove Proposte. Il brano è una ballata classica, scontata, per nulla speciale. Ma è ben scritta e ben eseguita. Se poi tra i big dovesse esserci anche Irama, rivedere una sfida tra i due potrebbe accendere le fantasie di tutti i fan del talent condotto da Maria De Filippi. Tenerlo d’occhio è dunque un vero obbligo!

Ascoltiamo insieme proprio il brano di Einar, Centomila volte:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/federicabbateof/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 13-11-2018