La terza serata del Festival di Sanremo 2020: ecco l’appuntamento dedicato alle cover e ai duetti.

Giro di boa per il Festival di Sanremo 2020. Arriva il turno della terza serata, quella delle cover e dei duetti. Tanti i protagonisti di questo appuntamento speciale: non solo i cantanti in gara, ma anche innumerevoli ospiti, tra cui Roberto Benigni e le star internazionali Mika e Lewis Capaldi.

Con questo appuntamento si fortifica la classifica generale: al voto della giuria demoscopica si aggiunge quello dell’orchestra.

Sanremo 2020: la terza serata

Sanremo 2020
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/festivaldisanremo

Programma fittissimo anche nella terza serata, che con tutta probabilità non finirà molto prima rispetto alla seconda (dove si sono lambite le 2).

Questa la scaletta annunciata: Michele Zarrillo con Fausto Leali; Junior Cally con i Viito; Marco Masini con Arisa; Riki con Ana Mena; Raphael Gualazzi con Simona Molinari; Anastasio con la Premiata Forneria Marconi; Levante con Francesca Michielin e Maria Antonietta; Alberto Urso con Ornella Vanoni; Elodie con Aeham Ahmad; Rancore con Dardust e La Rappresentante di Lista; Pinguini Tattici Nucleari; Enrico Nigiotti con Simone Cristicchi; Giordana Angi con il Solis String Quartet; Le Vibrazioni con i Canova; Diodato con Nina Zilli; Tosca con Silvia Perez Cruz; Rita Pavone con Amedeo Minghi; Achille Lauro con Annalisa; Bugo e Morgan; Irene Grandi con Bobo Rondelli; Piero Pelù; Paolo Jannacci con Francesco Mandelli; Elettra Lamborghini con Myss Keta; Francesco Gabbani.

Questo un post con l’appuntamento per stasera:

La partenza di questa terza serata del Festival è affidata a una bellissima coreografia che accompagna a ripercorrere rapidamente settanta anni di Sanremo con alcuni dei protagonisti più importanti.

E oggi finalmente si comincia direttamente con i concorrenti in gara (sia ringraziato il Cielo). A rompere il ghiaccio ci pensano Michele Zarrillo con Fausto Leali, che portano una nuova versione di Deborah, classico del repertorio del ‘nero bianco’.

Nemmeno il tempo di riprendersi, che arriva il turno di Junior Cally con i Viito. Uno strano trio che interpreta Vado al massimo di Vasco Rossi.

Dopo le prime esibizioni, arriva il momento di introdurre la prima madrina della serata, Georgina Rodriguez. Il tempo di un siparietto sulla rivalità Juventus-Inter, e vengono presentati Marco Masini e Arisa, per interpretare Vacanze romane dei Matia Bazar.

A sorpresa viene quindi annunciato un concerto di beneficienza (Una, nessuna e centomila) per raccogliere fondi per i centri anti-violenza sulle donne. La data da segnare è il 19 settembre, la location l’Arena Campovolo. Arrivano sul palco Alessandra Amoroso, Giorgia, Fiorella Mannoia, Laura Pausini, Elisa, Emma Marrone e Gianna Nannini.

Riparte quindi la gara. Tocca a Riki e Ana Mena, che presentano la loro versione de L’edera di Nilla Pizzi. Dopo questo tocco d’estate, torniamo nel pieno dell’atmosfera Sanremese con E se domani di Mina, interpretata da Raphael Gualazzi e Simona Molinari.

La gara continua con Anastasio e la Premiata Forneria Marconi, che cantano Spalle al muro di Mariella Nava.

Dopo la scarica rock della PFM, è il turno di Levante con Francesca Michielin e Maria Antonietta per Si può dare di più di Tozzi-Morandi-Ruggeri.

Senza pausa, si passa a La voce del silenzio, portata da Alberto Urso con Ornella Vanoni. Standing ovation immancabile dell’Ariston per la cantante dai capelli arancioni.

Da una madrina all’altra. Ecco arrivare il momento di introdurre la star della televisione albanese Alketa Vejsiu. Proprio la spigliatissima presentatrice dà il benvenuto sul palco a Elodie e Aeham Ahmad per Adesso tu di Eros Ramazzotti.

Segue sul palco Rancore accompagnato da Dardust e La Rappresentante di Lista per una versionale di Luce di Elisa.

E arriva quindi il momento della prima pausa per uno degli ospiti in scaletta. Si tratta di Lewis Capaldi, il giovane cantautore scozzese che ha conquistato le classifiche di tutto il mondo. Dopo aver rotto il ghiaccio con Before You Go, emoziona l’Ariston con Someone You Loved.

Si tratta di un breve intermezzo musicale prima della pausa più lunga, dedicata al monologo di Roberto Benigni.

Dopo oltre mezz’ora si prosegue con la competizione musicale. Tornano sul palco i Pinguini Tattici Nucleari, con il loro medley intitolato 70 volte (Papaveri e papere/Nessuno mi può giudicare/Gianna/Sarà perché ti amo/Una musica può fare/Salirò/Sono solo parole/Rolls Royce).

La scarica d’adrenalina della band bergamasca si trasforma in emozione con il ritorno sul palco di Simone Cristicchi con Enrico Nigiotti per Ti regalerò una rosa.

Tempo di un tango di Georgina, e arriva sul palco il secondo ospite internazionale: Mika. Il cantante libanese parte con Dear Jealousy, prosegue con Happy Ending e omaggia la canzone italiana interpretando Amore che vieni, amore che vai di Fabrizio De André.

Riprende la gara e arriva il turno di Giordana Angi, che interpreta La nevicata del ’56 di Mia Martini con il Solis String Quartet.

E arriva anche questa sera il momento dell’ospite d’onore, Tiziano Ferro, che canta la sua splendida ballata In mezzo a questo inverno. Ma non finisce qui. Presenta a Sanremo anche il suo nuovo singolo, Amici per errore.

Si riprende con la gara con Le Vibrazioni e i Canova, che presentano la loro versione di Un’emozione da poco di Anna Oxa. E poi è il turno di Diodato e Nina Zilli, che omaggiano Adriano Celentano e la sua 24mila baci.

Momento di grande classe: Tosca e Silvia Perez Cruz cantano Piazza grande di Lucio Dalla. Segue Rita Pavone, che canta 1950 con Amedeo Minghi.

A ritmo serrato, ecco il secondo omaggio della serata a Mia Martini: Achille Lauro e Annalisa interpretano Gli uomini non cambiano.

Si prosegue con Canzone per te di Sergio Endrigo, portata a Sanremo da Morgan e Bugo. E poi ancora con La musica è finita arriva il turno di Irene Grandi e Bobo Rondelli. Per cercare di accorciare i tempi, ancora una volta lunghissimi, si va avanti senza sosta. Tocca a Piero Pelù con Cuore matto di Little Tony. Il frontman dei Litfiba si gioca la carta emozionale duettando virtualmente con un Little Tony d’annata proiettato sul video.

Altra performance emozionante. Paolo Jannacci con Francesco Mandelli interpreta Se me lo dicevi prima del padre Enzo. E arriva quindi il momento di Elettra Lamborghini con Myss Keta, che presentano Non succederà più di Claudia Mori. Si chiude con l’ultimo concorrente di questa lunghissima notte (siamo alle 2 meno un quarto): si tratta di Francesco Gabbani con L’italiano di Toto Cutugno. Il cantante di Carrara si presenta sul palco vestito da astronauta e con il vessillo della nostra nazione.

Non resta che scoprire la classifica per questa ennesima maratona sanremese. Ma prima c’è il tempo per un duetto inatteso tra Alketa e Bobby Solo.

Ecco la classifica, che domani verrà sommata a quella delle prime due serate:

1 – Tosca

2 – Piero Pelù

3 – Pinguini Tattici Nucleari

4 – Anastasio

5 – Diodato

6 – Le Vibrazioni

7 – Paolo Jannacci

8 – Francesco Gabbani

9 – Rancore

10 – Marco Masini

11 – Raphael Gualazzi

12 – Enrico Nigiotti

13 – Rita Pavone

14 – Irene Grandi

15 – Michele Zarrillo

16 – Achille Lauro

17 – Levante

18 – Giordana Angi

19 – Elodie

20 – Alberto Urso

21 – Junior Cally

22 – Riki

23 – Elettra Lamborghini

24 – Bugo e Morgan

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/festivaldisanremo

TAG:
news Sanremo strillo

ultimo aggiornamento: 06-02-2020


I Soundgarden rispondono alle accuse della vedova di Chris Cornell

Sanremo 2020: le pagelle della terza serata