La seconda serata del Festival di Sanremo 2020, guidato da Amadeus: ospiti i Ricchi e Poveri e Massimo Ranieri, che duetterà con Tiziano Ferro.

Seconda serata del Festival di Sanremo 2020. Dopo aver rotto il ghiaccio con la prima serata, ‘vinta’ da Le Vibrazioni e vissuta sulle grandi emozioni, su tutte quella del monologo di Rula Jebreal e della performance di Achille Lauro, è già il turno di voltare pagina.

Con il secondo appuntamento si completa il quadro delle seminifinali delle Nuove Proposte e delle prime esibizioni dei Big.

Sanremo 2020: la seconda serata

Amadeus
Amadeus

Questo secondo appuntamento sarà aperto dalle altre due sfide tra le Nuove Proposte: Fasma contro Martinelli e Lula; Matteo Faustini contro Marco Sentieri.

La scaletta dei Big è invece la seguente:

Piero Pelù, Elettra Lamborghini, Enrico Nigiotti, Levante, Pinguini Tattici Nucleari, Tosca, Francesco Gabbani, Paolo Jannacci, Rancore, Junior Cally, Giordana Angi, Michele Zarrillo.

Anche stasera, poi, sono attesi grandi ospiti. Con il ‘padrone di casa’ Tiziano Ferro e con Fiorello ci saranno infatti Massimo Ranieri, i Ricchi e Poveri, Zucchero, Gigi D’Alessio e Paolo Palumbo.

Questo il programma della seconda serata:

La serata si apre con una gag di Amadeus e Fiorello. Lo showman siciliano si presenta vestito ‘da Maria De Filippi’, con tanto di parrucca bionda. Nel corso dello sketch interviene anche la stessa regina della televisione italiana, che fa i complimenti in diretta ad Ama.

Si parte quindi con la musica, in particolare con le Nuove Proposte. La prima sfida vede Martinelli e Lula contro Fasma. Cominciano le due ragazze con Il gigante d’acciaio, brano sull’Ilva. Segue il giovane emo-trapper con il suo pezzo, Per sentirmi vivo. Il verdetto della giuria demoscopica porta in semifinale, con il 51% dei voti, Fasma.

Si continua subito con la seconda sfida, Marco Sentieri contro Matteo Faustini. Parte il cantautore napoletano con Billy Blu, un pezzo contro il bullismo. Arriva quindi il turno del giovane insegnante con Nel bene e nel male. Con il 52% dei voti, a passare alla semifinale è Marco Sentieri.

Prima di proseguire con lo show, Amadeus ricorda Fabrizio Frizzi, che oggi avrebbe compiuto 62 anni. Standing ovation da parte della platea dell’Ariston. Per omaggiare il suo amato collega, il presentatore invita sul palco la moglie di Frizzi, Carlotta Mantovani.

Momento varietà. Torna in scena Fiorello che s’improvvisa ballerino, prima di cantare la sua già annunciata canzone inedita: La classica canzone di Sanremo.

Finalmente, a un’ora e più dall’inizio della serata, entra sul palco il primo Big, Piero Pelù, che canta la sua Gigante, dedicata al nipotino. Energico e smaliziato come sempre, il cantante fiorentino si concede anche una passerella in platea.

Arriva quindi il momento delle prime due ‘vallette’ della serata: Laura Chimenti ed Emma D’Aquino. Un piccolo antipasto prima di introdurre sul palco la debuttante Elettra Lamborghini, che cerca di fare concorrenza a Achille Lauro per il look più stravagante. Il suo brano è Musica (e il resto scompare).

Dopo l’emozionato debutto dell’ereditiera, torna Fiorello che introduce sul palco a sorpresa Novak Djokovic, il tennista numero uno nella classifica ATP, che era seduto in platea. Il buon Nole si mette in gioco cantando anche Terra promessa di Eros Ramazzotti (e bisogna dire che non se la cava peggio di alcuni cantanti in gara…).

Si torna quindi alla gara con Enrico Nigiotti, che presenta la sua Baciami adesso.

Altra momento di pausa per presentare l’altra madrina della serata, Sabrina Salerno. La cantante e showgirl ha alcuni problemi a scendere la scalinata, complice una scarpa un po’ ‘monella’. Arriva quindi il turno dell’atteso debutto di Levante, con la sua Tikibombom.

Dalla Liverpool del Nord Italia, ovvero Bergamo, ecco i Pinguini Tattici Nucleari, che finalmente potranno farsi conoscere da chi si è chiesto chi diamine siano (ogni riferimento a eminenti critici musicali non è casuale). La band presenta il brano Ringo Starr.

Arriva quindi il primo grande momento della serata per Tiziano Ferro. Stasera la sua prima esibizione non è da solo, ma con un altro grande artista: Massimo Ranieri. I due artisti celebrano la vittoria del cantante napoletano nel 1988, interpretando Perdere l’amore.

Grandissime emozioni per i due artisti, che mostrano un feeling straordinario e regalano una performance da brividi. Nell’occasione il cantautore di Latina ne approfitta per invitare Ranieri come ospite per il suo primo concerto quest’estate allo stadio San Paolo di Napoli.

Senza potersi riprendere, arriva sul palco dell’Ariston il momento del ritorno di Tosca, che canta Ho amato tutto.

Nuova pausa per la gara. Amadeus introduce sul palco Paolo Palumbo, il cantante affetto da Sla, raccontando la sua storia prima di lasciargli spazio per cantare IosonoPaolo. Il messaggio portato è molto serio, quasi fuori luogo in un contesto così patinato e artefatto come Sanremo.

Si ritorna agli ospiti musicali con la reunion, attesa 40 anni, dei Ricchi e Poveri al completo. La loro performance, dopo un medley dedicato ai nostalgici, si arricchisce di un quinto membro con l’arrivo sul palco di Fiorello, prima del gran finale con Sarà perché ti amo e Mamma Maria.

La gara rimane in pausa. Si continua con i grandi ospiti d’onore. Arriva il momento del grande ritorno a Sanremo di Zucchero. Il mitico Sugar presenta il suo ultimo singolo, Spirito nel buio, e poi La canzone che se ne va, altro brano tratto da D.O.C. Ma c’è spazio anche per un grande classico, Solo una sana e consapevole libidine salva il giovane dall’Azione Cattolica.

E dopo una pausa lunghissima e un mare di ospiti, si ricomincia con la gara. Arriva il momento del settimo artista di serata (o meglio nottata): Francesco Gabbani con Viceversa. Non ci si ferma più. Tocca a Paolo Jannacci, al debutto a Sanremo come cantante con Voglio parlarti adesso, brano dedicato alla figlia.

Altra pausa dalla gara. Arriva il momento di Gigi D’Alessio, chiamato sul palco per festeggiare i 20 anni di Non dirgli mai, uno dei suoi brani di maggior successo tra quelli legati a Sanremo.

Si ricomincia. Altro rapper in gara: arriva l’attesissimo turno di Rancore, che canta Eden, brano musicato da Dardust.

L’energia del rap di Rancore lascia quindi spazio al ritorno di Massimo Ranieri, che presenta un brano inedito, Mia ragione. E subito dopo il padre artistico, arriva anche il figlio artistico, Tiziano Ferro, con un medley di alcuni suoi successi: Sere nere, Il regalo più grande, La fine.

E arriva finalmente il turno del concorrente più discusso di questa edizione: Junior Cally con la sua No grazie. Il rapper entra accompagnato da un timido applauso. Oggi Antonio ci mette la faccia, presentandosi senza maschera.

Si continua con la penultima concorrente di stasera, Giordana Angi. La seconda classifica ad Amici canta Come mia madre. Chiude il programma quasi allo scoccare dell’1 e 30 Michele Zarrillo con Nell’estasi o nel fango.

Non resta che svelare la classifica dopo le prime due serate:

1 – Francesco Gabbani

2 – Le Vibrazioni

3 – Piero Pelù

4 – Pinguini Tattici Nucleari

5 – Elodie

6 – Diodato

7 – Irene Grandi

8 – Tosca

9 – Michele Zarrillo

10 – Levante

11 – Marco Masini

12 – Alberto Urso

13 – Giordana Angi

14 – Raphael Gualazzi

15 – Anastasio

16 – Paolo Jannacci

17 – Achille Lauro

18 – Enrico Nigiotti

19 – Rita Pavone

20 – Riki

21 – Elettra Lamborghini

22 – Rancore

23 – Bugo e Morga

24 – Junior Cally

TAG:
news Sanremo strillo

ultimo aggiornamento: 05-02-2020


Roger Waters censurato dalla Rai a Sanremo 2020? Ecco come stanno i fatti

Sanremo 2020: le pagelle della seconda serata