Sanremo 2016, trionfano gli Stadio: seconda Francesca Michielin, terzi Caccamo-Iurato

Un giorno mi dirai degli Stadio si aggiudica la sessantaseiesima edizione del Festival di Sanremo, premio della critica Mia Martini a Patty Pravo.

Trionfano loro, gli Stadio: dopo aver sbaragliato tutti nella serata dedicata alle cover, il gruppo di Gaetano Curreri si aggiudica la sessantaseiesima edizione del Festival di Sanremo. Un giorno mi dirai ha battuto al rush finale Nessun grado di separazione di Francesca Michielin e Via da qui di Giovanni Caccamo e Deborah Iurato, rispettivamente al secondo e terzo posto. Ad inizio serata il ripescaggio di Irene Fornaciari, la prescelta dopo la votazione del pubblico da casa (e di conseguenza diventa definitiva l’eliminazione di Neffa, Bluvertigo, Dear Jack, Zero Assoluto) e il via alla gara. Dopo le sedici esibizioni i risultati e il nuovo televoto aperto per i primi tre della classifica. Quindi il trionfo degli Stadio: un commosso Gaetano Curreri ha ritirato il premio e cantato di nuovo il brano, chiudendo la serata.

Virginia Raffaele di nuovo nei suoi panni

La serata si era aperta con una sorpresa: Il Volo, il trio che un anno fa trionfò al Festival, collegato da New York ha salutato il pubblico e fatto il proprio in bocca al lupo ai cantanti in gara. Serata canora aperta da Francesco Gabbani che con Amen, ventiquattro ore prima, aveva vinto la gara delle Nuove Proposte.

Dopo tante serate nei panni dei suoi personaggi migliori, Virginia Raffaele stavolta ha interpretato sé stessa: simpatica, spiritosa, ha saputo tenere il palco e dato vita a molti siparietti, compreso uno con Roberto Bolle.

Ospiti Renato Zero e Cristina D’Avena

Dopo Laura Pausini, Eros Ramazzotti, i Pooh ed Elisa, la serata conclusiva ha visto come ospite Renato Zero: un medley che ha fatto cantare l’Ariston prima che il re dei sorcini intonasse il nuovo singolo. Prima di Renato Zero spazio anche per Cristina D’Avena: d’improvviso il pubblico presente in teatro è tornato bambino: I Puffi, Occhi di gatto, Kiss Me Licia, ma anche Il valzer del moscerino che da piccolina aveva visto la D’Avena esibirsi allo Zecchino d’oro.

Cantanti ma non solo: sul palco dell’Ariston sono saliti anche Roberto Bolle, Beppe Fiorello e i due comici toscani Leonardo Pieraccioni e Giorgio Panariello, che hanno improvvisato sul palco spalleggiati da Carlo Conti.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 14-02-2016

Ivana Crocifisso