Sanremo 2016, la conferenza stampa in vista della seconda serata

Sanremo 2016, la conferenza stampa in vista della seconda serata

Conferenza stampa di presentazione della seconda serata del Festival di Sanremo 2016. Presente anche Nino Frassica

Il padrone di casa Carlo Conti ha parlato durante la conferenza stampa in vista della seconda serata del Festival di Sanremo: “Sono felice, contentissimo. Era quasi una mission impossibile, sono contento. Però dobbiamo arrivare a sabato, c’è ancora tanto da pedalare. Pedaliamo col sorriso sulle labbra. Sono contento di tutto quello che è successo ieri in scena. Ieri sera è andato tutto bene, siamo riusciti a recuperare qualche minuto di ritardo della partenza. Se dovessi rifare la puntata, la rifarei così. Il duetto della Pausini con se stessa? Sì, una delle tante idee, nata la prima volta che ci siamo incontrati a giugno. Il complice è stato il babbo, che mi ha dato la giacca a sua insaputa. Raffaele conduttrice da sola nel 2017? Non lo so, la testa è tutta sulla serata di stasera. Il bicchiere di plastica per la Pausini? Non mi sono posto il problema, ho preso il bicchiere che ho trovato dietro le quinte. Non era acqua, era grappa, no scherzo! Aldo Giovanni e Giacomo? Mi ha colpito la loro emozione, nonostante siano navigati. Qualche brano è arrivato meno del suo potenziale. Qualche problema tecnico c’è sempre. Poi c’è l’emozione. Ma pian piano anche chi ha reso meno potrà tirare fuori nelle prossime perfomance la potenzialità“.

Nella conferenza stampa ha parlato anche Nino Frassica, ospite della seconda serata della kermesse sanremese: “Sono venuto qua per battere un record: indosserò 120 vestiti. Mi hanno chiamato, forse c’è stato un equivoco: cercavano un comico per la seconda serata, io sono un comico di seconda serata. Volevo fare i complimenti al Festival, che ha come target dei giovani 121%. Sono venuto qua anche perché io sono uno della squadra di Radio2. Cosa farò? Lo capirò domani, scoprirò cosa ho fatto“.

Poi è il turno di Virginia Raffaele: “Dietro la maschera mi nascondo un po’, ma non è proprio una imitazione, ma una parodia e quindi mi assumo dei rischi perché reinterpreto, aggiungo qualcosa. La Ferilli? Nell’immaginario collettivo Sabrina è goliardica, vera, genuina, godereccia. L’insistere sul mangiare è inventato da me. Mi ga scritto un sms “Mortacci sua”, con cuoricini e smile. C’è uno studio, molte ore di trucco, ringrazio il mio trucco e parrucco. Sabrina Ferilli è simpatica e magnetica, ci siamo conosciute bene ad Amici. Abbiamo preso un caffè insieme. Di ogni personaggio mi colpisce qualcosa di particolare. Di Sabrina il suo accento romano. E poi lei è spendibile come personaggio nella conduzione. Può rompere, può essere scorretta sempre col sorriso“.

Qualche battuta anche per Gabriel Garko: “La bellezza non è un talento, ringrazio i miei genitori. Il talento è altro. Esperienza bella, indimenticabile, spero che ogni giorno sia bello come il risveglio di questa mattina“.

ultimo aggiornamento: 10-02-2016