Piano City Milano 2019, il programma: oltre 450 eventi in tutta la città

Il programma di Piano City Milano 2019, il festival dedicato al pianoforte: oltre 450 concerti e 50 ore di musica per tutti i gusti.

Milano è pronta ad ospitare il Piano City, il festival dedicato a uno degli sturmenti musicali più amati di sempre. Dal 17 al 19 maggio nella città della Madonnina si terranno oltre 450 eventi speciali, per un totale di 50 ore di musica ininterrotta.

Perni della manifestazione saranno il Piano Center della Gam e il Piano Center della Palazzina Liberty, ma non mancheranno esibizioni nelle case, sui terrazzi, nei pachi, nei musei e in ogni angolo del capoluogo lombardo. Ecco il programma con tutti gli eventi principali.

Piano City Milano 2019: il programma

Si partirà venerdì 17 maggio alle ore 21. Ad aprire la manifestazione ci sarà il pianista islandese Ólafur Arnalds, che si esibirà alla Galleria d’Arte Moderna Villa Reale.

Pianoforte
Fonte foto: https://pixabay.com/it/pianoforte-spartito-foglio-di-musica-1655558/

Il programma serale

Rotto il ghiaccio, la manifestazione si divedrà tra i due stage principali, con concerti diurni e serali. Quelli ‘dopo il tramonto’ si terranno alla Gam. Sabato 18 alle 19.15 è prevista l’esibizione di Henri Herbert, tra i pianisti boogie woogie più acclamati al mondo. Seguirà alle 20.20 Alan Clark, già tastierista di Dire Straits, Eric Clapton e Bob Dylan. Alle 21.25 arriverà il momento di Christian Sands, tra jazz e swing, mentre alle 22.30 si chiuderà con un nome conosciuto anche dagli amanti della musica pop: Davide ‘Boosta’ Di Leo, fondatore dei Subsonica.

Domenica 19 si ricomincerà alle 19.15 con il cubano Ramon Valle, seguito alle 20.20 da Pablo Rubén Maldonado e il suo flamenco. Alle 21.25 toccherà invece a un giovane talento libanese che mescola la musica classica all’elettronica: Rami Khalife. In chiusura, anche in questo caso, uno degli artisti più amati in Italia: Danilo Rea, che con il suo piano jazz omaggerà Fabrizio De André.

Gli eventi notturni

Se pensate che la notte sia giovane, avete ragione. Alla Palazzina LIberty la musica proseguirà con una serie di eventi nel cuore della notte. Tra venerdì 17 e sabato 18 toccherà a Bill Laurence far brillare le stelle. All’una di notte toccherà a Hania Rani, alle 2 a Chad Lawson. Chiude il programma alle 3 il pianista tedesco Lambert.

Tra sabato 18 e domenica 19, invece, la notte sarà animata dalle note di Roger Eno, sul palco a mezzanotte. Un’ora dopo sarà la volta dello svedese Shida Shahabi, pianista dall’animo punk. Alle 2 sarà il turno di Belle Chen, mentre in chiusura arriverà una delle rivelazioni italiane del jazz, Roberto Negro.

Concerti sono previsti anche all’alba. Alle prime luci del sole del 18 si esibirà alla basilica di Santa Maria delle Grazie Alexandra Stréliski, una pianista neoclassica di origine franco-canadese.

Il giorno dopo, alle 5 del mattino, Francesco Taskayli suonerà invece davanti al Cavallo di Leonardo, all’Ippodromo San Siro.

Il calendario del Piano City

Quelli appena elencati sono gli appuntamenti più importanti e attesi. Ma la città intera in questo weekend risuonerà di musica di ogni genere. Al Bosco di Rogoredo, ad esempio, si terrà un concerto con protagonista Emanuele Misuraca dal forte valore simbolico. Lo spazio scelto è infatti quello sottratto all’illegalità grazie al lavoro delle istituzioni e delle associazioni. L’appuntamento è per domenica 19 maggio alle 16.

Ma uno splendido evento è anche quello presso il Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo di Via Corelli, che vedrà protagonisti i Metamorphosis sabato 18 alle 20.

Tra i nomi di spicco della musica italiana che partecipano all’evento c’è anche Dardust, Dario Faini, che suonerà il 19 maggio alle 19.30 nelle periferie di Gratosoglio.

Per tutti gli altri appuntamenti, rimandiamo al programma completo sul sito www.pianocitymilano.it.

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/pianoforte-spartito-foglio-di-musica-1655558/

ultimo aggiornamento: 15-05-2019