Il mondo ha detto addio a Sharon Jones la regina del neo-soul

Sharon Jones, una delle più apprezzate cantanti soul, si è spenta all’età di 60 dopo una lunga lotto contro la malattia

chiudi

Video della settimana: Cosa lega Kurt Cobain ad Amy Winehouse?
Caricamento Player...

Sharon Jones, una delle più apprezzate cantanti soul, si è spenta all’età di 60 dopo una lunga lotto contro la malattia che l’ha tristemente consumata: un tumore al pancreas che si era manifestato la prima volta nel 2013.

Sharon Jones è morta all’ospedale di Cooperstown, vicino New York, circondata dalla sua band. Dopo che le era stata diagnosticata la malattia aveva combattuto strenuamente. L’ annuncio è stato fatto dalla sua agente Judy Miller Silverman.

Tra soul, nomination e un documentario

La donna era una delle più apprezzate cantanti soul, diventata celebre con i suoi Dap-Kings la quale nella sua carriera aveva collaborato, fra gli altri, con Michael Boublè, Lou Reed, David Byrne e Fatboy Slim. Per come riusciva a coinvolgere il pubblico, e per il genere che cantava, Jones è stata spesso paragonata a James Brown.

Dotata di una voce potete, era tornata alla ribalta nel 2014 con l’album “Give People What They Want“, guadagnandosi anche una nomination ai Grammy award, e poi, ancora con la raccolta di classici “It’s A Holiday Soul Party!”.

Era arrivata al successo piuttosto tardi, intorno ai 40 anni, nonostante avesse iniziato la carriera giovanissima. La filosofia che ha animato la Jones e la sua band sin dall’inizio è stata quella del riportare il suond del soul ai primi anni 70. Pertanto una produzione e un calore che portavano al funky incendiario di James Brown e soci.

L’ultimo disco degli Sharon Jones and the Dap-Kings è del 2015, e si chiama It’s a Holiday Soul Party, un album di canzoni di natale in versione soul.

Un documentario di Barbara Kopple, uscito quest’anno, intitolato “Miss Sharon Jones!” aveva raccontato la sua storia, documentando la sua trasformazione, prima, in una paziente oncologica e poi il suo ritorno sulle scene con la voce di un tempo.

Malata da anni, nel 2013 aveva dovuto rinviare l’uscita del suo album, Give the People What They Want, che era uscito l’anno successivo per la Daptone Records.