Michael Stipe è stato ospite di un programma televisivo italiano per la prima volta dallo scioglimento dei R.E.M.: ecco le sue dichiarazioni.

L’emergenza Coronavirus ha finalmente riportato Michael Stipe in televisione in Italia, almeno virtualmente. Per la prima volta dallo scioglimento dei R.E.M. infatti il cantautore americano è stato ospite di un programma televisivo italiano, E poi c’è Cattelan.

Nell’occasione l’artista ha mostrato tutta la sua solidarietà nei confronti del nostro paese in questo momento così difficile: “Il mio cuore è con l’Italia“.

Michael Stipe e l’Italia: le dichiarazioni a EPCC

Intervenuto in collegamento da Athens, la città che ha visto nascere i R.E.M., Michael ha parlato così ai microfoni di E poi c’è Cattelan della sua quarantena: “Ho lasciato la mia casa di New York, dove vivo, circa un mese fa, per venire da mia madre e dalle mie sorelle: siamo al sicuro, stiamo bene, qualcuno è in convalescenza. Abbiamo perso un caro amico qualche giorno fa.

Il cantautore ha quindi parlato della sua nuova canzone, No Time for Love Like Now, pubblicata pochi giorni fa e cantata a inizio puntata: “Avevo iniziato a scriverla tra agosto e settembre, l’ho finita a novembre e l’ho incisa prima del Covid-19. È interessante notare come le parole di questa canzone si adattino a questa situazione“.

Michael Stipe
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/Cinemusicayfrases

Michael Stipe parla del Coronavirus in America

Ovviamente Stipe non ha potuto non aggiornarci anche sull’evolversi dell’emergenza Coronavirus negli Stati Uniti. Spiega l’artista: “Non siamo stati cauti. La politica? È un disastro“.

Michael ha quindi confessato di tenersi sempre aggiornato, ma di non seguire l’informazione ufficiale statunitense e di non essere social da oltre un anno: “Distruggono la nostra anima. In mano a qualcuno di cattivo come il nostro attuale presidente diventano una piattaforma terribile per disseminare odio“. Ed è difficile dire che abbia torto.

Ecco il video di No Time for Love Like Now:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/Cinemusicayfrases

TAG:
coronavirus michael stipe news

ultimo aggiornamento: 15-04-2020


Neil Young riscrive Shut It Down per raccontare il Coronavirus

Paul McCartney: “Portare avanti i Beatles senza John Lennon ci avrebbe fatto male”