La settimana del Festival non sarà ‘vuota’ per le reti Mediaset: stavolta il Biscione lancia la sfida a Sanremo 2023.

Parlare di guerra e usare metafore belliche quando ci si riferisce a uno scontro tra giganti della televisione italiana, quando a poche centinaia di chilometri da noi continuano a piovere bombe, è come minimo fuori luogo. La notizia arrivata in questi giorni fa però comunque molto rumore. Mediaset ha infatti deciso stavolta di non gettare le armi davanti all’arrivo del Festival di Sanremo 2023, e di provare in qualche modo a dare fastidio alla kermesse. Non ci sarà alcuna settimana di pausa. Stavolta la programmazione andrà avanti regolarmente, per cercare di togliere spettatori alla creatura di Amadeus, che negli ultimi anni era stata agevolata anche dalla decisione del Biscione di lasciargli completamente spazio.

Torna nuovamente la sfida tra Mediaset e Sanremo nel 2023

Che qualcosa stesse per cambiare, era in effetti prevedibile dopo la ferma decisione di Mediaset di impedire a Silvia Toffanin di partecipare come co-conduttrice al Festival. Dopo settimane di voci e sussurri, è arrivato a rendere chiara la situazione un comunicato ufficiale da parte dell’emittente di proprietà di Berlusconi: “Le reti Mediaset continueranno la propria normale programmazione anche durante la settimana del Festival di Sanremo, l’evento di musica, costume e tv più importante in Italia”.

Amadeus
Amadeus

Una decisione coraggiosa, motivata con la volontà di offrire al pubblico un’alternativa di visione e di evitare pause ai telespettatori abituali. A rendere possibile tale mossa sarebbe stato l’andamento positivo della raccolta pubblicitaria durante i Mondiali di calcio, che hanno dimostrato che la programmazione dei concorrenti in questa fase non incide molto sui ricavi della programmazione del Biscione. Insomma, il guanto di sfida è lanciato, come non succedeva da ormai vent’anni. Riuscirà Amadeus a resistere a questo tentativo di spallata?

Cosa succederà durante la settimana del Festival

Già qualche settimana fa Dagospia aveva anticipato questa manovra di Mediaset. Durante la settimana della kermesse continueranno dunque trasmissioni di successo come C’è posta per te, Le Iene e il Grande Fratello Vip. Inevitabile che qualche spettatore possa quindi decidere di abbandonare Sanremo per dedicarsi alle altre passioni televisive.

Leggi anche
Sanremo, l’annuncio di Chiara Ferragni: devolverà il suo cachet in beneficenza

Il rischio di débâcle per Mediaset in realtà c’è. Negli ultimi anni il Festival ha dimostrato infatti una tendenza di grande crescita e sembra tornato ai fasti di un tempo. Allo stesso tempo, non è vero che negli ultimi anni Amadeus non aveva dovuto affrontare concorrenti spietati, a partire dal campionato di Serie A. Senza dimenticare che nell’epoca dello streaming, sempre più spettatori scelgono cosa vedere, e non si accontentano di ciò che la televisione può loro offrire. C’è quindi grande curiosità per capire quanto questo “sgarbo” si rivelerà davvero dannoso per la kermesse e quanto invece potrà portare a risultati soddisfacenti per Mediaset.

Riproduzione riservata © 2023 - NM

Sanremo

ultimo aggiornamento: 13-01-2023


Il significato di Cookies ‘n’ Cream, il nuovo brano di Guè con Sfera Ebbasta e Anna

Gianluca Grignani torna a Sanremo 2023: a dirigerlo ci sarà Enrico Melozzi