Marilyn Manson è stato dalla sua etichetta discografica, la Loma Vista Recordings, a causa delle accuse di violenze da parte dell’ex fidanzata Evan Rachel Wood.

Le accuse di Evan Rachel Wood contro l’ex fidanzato Marilyn Manson hanno scatenato un polverone mediatico con pochi precedenti. Tutti si sono scagliati contro la rockstar americana, condannandolo a priori. Tra questi anche l’etichetta discografica del Reverendo, che ha trovato inquietanti le accuse rivolte contro l’artista, e per questo ha deciso di scaricarlo.

Marilyn Manson scaricato dalla sua etichetta discografica

Violenze, abusi, manipolazione, sottomissione. Questi i termini gravissimi utilizzati dall’attrice nel puntare il dito contro il suo ex ragazzo, Marilyn Manson. Il 52enne artista americano ha già risposto alle parole della ragazza, affermando che si tratta di un’assurda distorsione della realtà. Ma non è bastato a tranquillizzare la sua etichetta.

Marilyn Manson
Marilyn Manson

Con questo tipo di argomenti non c’è da stare sereni, per questo l’etichetta discografica di Manson, la Loma Vista Recordings, ha scelto di scaricare del tutto il cantautore, finito nel ciclone di “accuse inquietanti“. Di fatto, la Loma ha dichiarato che cesserà di promuovere ulteriormente il suo ultimo album, We Are Chaos, uscito nel 2020, e di non lavorare più con Manson su progetti futuri.

La storia di Marilyn Manson e Evan Rachel Wood

Manson e l’attrice si erano messi insieme nel 2007, quando la rockstar aveva 38 anni e la ragazza soli 19. Dopo un paio d’anni di alti e bassi si erano lasciati, per poi tornare per circa sei mesi nel 2010. All’apparenza si trattava di una storia ‘normale’, anche se nata mentre il Reverendo era ancora sposato con Dita von Teese. Tuttavia, le cose nella realtà sono state molto più inquietanti e drammatiche di quanto potesse sembrare, almeno stando alle parole della Wood.

Di seguito il video di Don’t Chase the Dead, uno degli ultimi successi del cantante americano:

Marilyn Manson Rock

ultimo aggiornamento: 02-02-2021


Nina Zilli, le migliori canzoni: da Per sempre a Mi hai fatto fare tardi

Syria spiega la sua esibizione a Milano: “Il mio messaggio è che ci siamo”