Sanremo 2019: Mahmood, quando perseverare non è peccato

Il nostro commento sui partecipanti al prossimo Sanremo 2019: la prima volta di Mahmood.

Il 2019 è iniziato: è tempo di far partire il countdown verso il sessantanovesimo Festival di Sanremo, analizzando e commentando la presenza degli artisti che si sfideranno per cinque giorni a suon di canzoni. Quello scelto da Claudio Baglioni è davvero il meglio che la musica italiana possa offrirci oggi? Scopriamolo insieme.

Ecco cosa pensiamo della presenza sul palco dell’Ariston di uno dei vincitori di Sanremo Giovani 2018: Mahmood.

A Mahmood serve Sanremo?

Sì, ovviamente. Dopo averla rincorso per tanti anni, finalmente il talentuoso cantautore milanese è arrivato alla kermesse più importante della canzone italiana, realizzando uno dei suoi desideri. Per un artista che vuole fare il salto di qualità nella propria carriera, Sanremo rappresenta ancora un trampolino di lancio, e al contempo un banco di prova, non irrilevante.

Vero che la storia è colma di meteore passate per l’Ariston senza lasciar grandi traccie e proseguendo la carriera in un semi anonimato. Mahmood ha però le qualità per poter spiccare letteralmente il volo: il suo sound è moderno, il suo timbro unico ed emozionante, canta bene e scrive anche meglio. Inoltre, è anche un ragazzo piacente, il che non guasta. Insomma, starà a lui giocarsi al meglio le sue chance per trasformarsi da buon artigiano a vero artista.

Mahmood
Fonte foto: https://www.facebook.com/MahmoodWorld

A Sanremo serve Mahmood?

Un altro sì piuttosto convinto. In un Sanremo che si preannuncia come sorprendente per il miscuglio di generi e che porta una ventata d’aria fresca (non per forza di ossigeno) in una kermesse spesso tacciata di eccesso conservatorismo musicale, Mahmood ha la possibilità di rendersi collante tra gli amanti del vecchio Sanremo tradizionale, fatto di canzoni d’amore, facce pulite e buoni sentimenti, e il nuovo Sanremo della musica emergente, dell’urban italiano, di un r’n’b che poche volte si è affacciato sull’Ariston.

Insomma, è un giovane che può piacere anche ai meno giovani. E questo è un fattore da tenere in alta considerazione anche nello stilare le graduatorie dei favoriti alla vittoria finale.

Di seguito il video di Gioventù bruciata, il brano che ha permesso a Mahmood di arrivare a Sanremo:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/MahmoodWorld

ultimo aggiornamento: 01-01-2019