Il giorno dopo il concerto a Campovolo, Ligabue ha condiviso con i fan tutte le sue emozioni per una serata che rimarrà nella storia.

Sono passati ormai due giorni dal grande concerto 30 anni in un giorno, per festeggiare i primi 30 anni di carriera di Luciano Ligabue, ma le emozioni di un evento indimenticabile e unico non sono certo finite. Non per i suoi fan, oltre 100mila persone accorse per la festa nella nuova RCF Arena. Non per lo stesso Liga, che il giorno dopo ha voluto condividere con tutti i suoi follower le emozioni di quello che, probabilmente, rimarrà il più grande concerto della sua carriera.

Ligabue a Campovolo: le emozioni del giorno dopo

Ragazzi, che botta ieri sera“, ha commentato sui social il rocker di Correggio, più contento che mai per quanto capitato nella serata più attesa della sua vita. Perché quanto è andato in scena a Campovolo è stato davvero epico: “Salire su quel palco e avere il colpo d’occhio dell’Arena e vedervi tutti e vedervi così e vedervi saltare come grilli e urlare ‘Abbiamo vinto noi’ è stato qualcosa di impagabile“.

Luciano Ligabue
Luciano Ligabue

Circa tre ore di spettacolo clamoroso, una trentina di brani suonati e cantati a squarciagola, un palco condiviso con tutti i suoi amici, i musicisti della sua band, ma anche colleghi che con lui hanno voluto vivere quest’emozione: mancava Piero Pelù, rimasto a casa per le ferite riportate dopo il concerto dei Litfiba a Milano. Erano però presenti il giovane Gazzelle, Loredana Bertè, Francesco De Gregori, il maestro Eugenio Finardi, Mauro Pagani e anche l’immancabile Elisa.

Di seguito il video con il ringraziamento del cantautore:

Le emozioni di Ligabue ed Elisa

In particolare il duetto con la cantante di Monfalcone è sembrato mandare in estasi non solo i fan presenti, ma anche la stessa artista, che ha voluto ringraziare Luciano con un bellissimo messaggio sui social: “Mi hai fatto più di un regalo e questa canzone (A modo tuo, ndr) è forse quello più grande. Più provo a crescere e più sento ogni verità dentro a questo testo. Più i miei figli prendono centimetri in altezza e in libertà e più quel ‘a ogni compleanno vai un po’ più via da me’ mi appartiene“.

Un giorno Liga le ha detto di godersi tutto ciò che le succede nella vita. Nella serata di sabato, è stata Elisa ad augurarsi che lui potesse godersi tutto quello che ha ricevuto. Un mare d’amore, un mare di regali: “Grazie per tutto quello che sei. Questa era a modo nostro“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

strillo

ultimo aggiornamento: 06-06-2022


Un amore passeggero al centro di Mezzanotte, il nuovo singolo estivo di Ana Mena

Lacuna Coil, le più belle canzoni della band di Cristina Scabbia