Ligabue, 7: la recensione del nuovo album di inediti del rocker di Correggio, pubblicato insieme alla raccolta 77+7 con tutti i singoli.

C’è un nuovo vecchio Ligabue in città. Il rocker di Correggio è tornato, ma è (quasi) totalmente diverso rispetto a quello di un anno fa. Mentre con Start aveva strizzato l’occhio ad alcune sonorità che richiamavano l’itpop, con 7 si riprende il suo rock ‘annacquato’ all’italiana, quello amato da tutti i suoi fan. Con i suoi pregi e i suoi difetti. Certo, non si tratta dell’album più importante della sua carriera. Ma 7 è un disco che si lascia ascoltare con leggerezza e piacevolezza, complice la durata davvero irrisoria, che ne fa quasi un EP.

Ligabue, 7: la recensione del nuovo album

Tra brani recuperati dal passato, altri più nuovi, altri totalmente rielaborati, l’operazione del Liga è di quelle che possono piacere ai fan più accaniti. Desideroso di regalare qualcosa di unico, come la raccolta 77, con praticamente tutti i singoli pubblicati nel corso di 30 anni di carriera, il rocker di Correggio non si è accontentato, e ha aggiunto anche un album con sette inediti per rendere l’operazione non un mero prodotto commerciale. E questo è apprezzabile.

Luciano Ligabue
Luciano Ligabue

Poi, ovviamente, non si possono aspettare miracoli o rivoluzioni. 7 è un album breve, conciso e dritto. Parte benissimo con il singolo La ragazza dei tuoi sogni che, fosse uscito una ventina di anni fa, a quest’ora sarebbe un classico del suo repertorio. Si chiude con eleganza con Volente o nolente, il duetto con Elisa. Nel mezzo ci regala cinque pezzi che, più o meno, si equivalgono. Mi ci pulisco il cuore è forse una canzone fin troppo cliché per il rocker di Correggio, e non funziona benissimo.

Va meglio con Si dice che, omaggio al bassista Luciano Ghezzi dei ClanDestino, scomparso in questo infausto 2020. Convincenti anche Un minuto fa (uno ‘scarto’ di Buon compleanno, Elvis) ed Essere umano. La vera sorpresa è però Oggi ho perso le chiavi di casa, un brano che ci restituisce il lato più riflessivo di Luciano. Un lato che, di tanto in tanto, andrebbe riesplorato e approfondito.

7: la tracklist

1 – La ragazza dei tuoi sogni
2 – Mi ci pulisco il cuore
3 – Si dice che
4 – Un minuto fa
5 – Essere umano
6 – Oggi ho perso le chiavi di casa
7 – Volente o nolente (feat. Elisa)

Voto: 7+

Di seguito il video di La ragazza dei tuoi sogni:

TAG:
Ligabue recensioni strillo

ultimo aggiornamento: 04-12-2020


X Factor 2020: le pagelle della semifinale

Pinguini Tattici Nucleari: fuori l’EP Ahia!