Lego lancia il set Yellow Submarine: ci sono i Beatles

Perché i Green Day si chiamano così?

Una splendida novità arriva dritta dalla mitica Lego: il nuovo set ispirato al brano e al film “Yellow Submarine” dei Beatles!

Lego promette di fare scintille con questo set che sta già incuriosendo milioni di fan sparsi in tutto il mondo. Il set, presentato ufficialmente attraverso un video pubblicato sulla fan page Facebook, è ispirato a “Yellow Submarine” dei Beatles.
L’idea è stata suggerita da un fan della celebre fabbrica di mattoncini, di nome Kevin Szeto. Lego aveva lanciato una sfida social per l’ispirazione sul prossimo set da realizzare: ebbene, la proposta di Kevin Szeto, che ha ottenuto oltre 10.000 like, è risultata quella vincente, e il risultato è ormai sotto gli occhi di tutti.

Quando si potrà acquistare

Nel breve comunicato di lancio, apparso sulla pagina di Lego Italia, apprendiamo che il set sarà venduto dal 1 novembre negli store Lego e nei negozi di giocattoli:

“Quando l’oceano ha bisogno di aiuto…arrivano i Beatles!
A bordo dell’iconico LEGO® Yellow Submarine dovranno sfruttare tutte le loro abilità di costruttori per affrontare le sfide degli abissi.
Disponile dal 1° Novembre nei LEGO store e su LEGO shop”

I Beatles e Jeremy Hillary Boob

Oltre al mitico sottomarino giallo, reso celebre dalla canzone e dal film, ci sono anche delle piccole riproduzioni dei Beatles. Non manca neanche il mitico Jeremy Hillary Boob. Si tratta di un personaggio creato per il film d’animazione omonimo al brano, che uscì nel 1968 per la regia di George Dunning. Nella versione italiana del film era chiamato Geremia, ed era un ometto peloso, molto colto ma anche buffo e spassoso.

La canzone che dette il titolo al film, appunto “Yellow Submarine”, all’epoca fu oggetto di polemiche. Difatti i Beatles furono accusati di averla scritta sotto effetto di allucinogeni, e che il testo veicolasse un messaggio a favore delle droghe. Paul McCartney, però, dichiarò in varie occasioni che il brano era stato pensato per dei bambini e che la droga non era minimamente correlata al significato gioco della canzone.

Foto tratta da VIDEO Lego Facebook

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 13-10-2016

Caterina Saracino

Per favore attiva Java Script[ ? ]