Auguri a Ghigo Renzulli: festeggiamo con le migliori canzoni dei Litfiba

Il chitarrista Ghigo Renzulli, anima e trascinatore dei Litfiba, compie oggi 65 anni: lo celebriamo attraverso le migliori canzoni della band.

Buon compleanno Ghigo Renzulli! Il chitarrista, fondatore e unico membro permanente dei Litfiba, compie oggi 65 anni. Artista valido e coerente, amante della buona musica e rocker convinto, ha scritto pagine importanti nella storia della new wave italiana tra gli anni Ottanta e i Novanta, sfoderando nel periodo d’oro con Pierò Pelù alcune hit rock che ancora oggi fanno cantare migliaia di fan.

Nel giorno del suo compleanno, riascoltiamo insieme le migliori cinque canzoni dei Litfiba, i pezzi più famosi e importanti della band fiorentina.

Chi è Ghigo Renzulli

Nato a Manocalzati, in provincia di Avellino, il 15 dicembre 1943 sotto il segno del sagittario, Federico è cresciuto a pane e hard rock, ascoltando i Led Zeppelin, i Black Sabbath e soprattutto i Deep Purple. Arrivato a un passo dalla laurea, Ghigo decide di abbandonare gli studi di biologia per dedicarsi alla musica. Si inserisce verso la fine degli anni Settanta nella scena punk/new wave.

Dopo aver vissuto per un periodo a Londra, si trasferisce a Firenze e dà vita ai Cafè Caracas, un trio che prova ricalcare le orme dei Police. La sua avventura nel gruppo però termina presto, e Ghigo decide quindi di reclutare nuovi artisti per mettere su una formazione puramente new wave. Nascono così i Litfiba. Dopo un periodo puramente sperimentale, negli anni Novanta la formazione trova la via del successo anche commerciale, con un rock non particolarmente complesso, ma diretto e di grande impatto.

Chitarrista dotato di una tecnica non eccezionale, Ghigo si è fatto apprezzare nel corso della sua carriera per la ricercatezza negli arrangiamenti, per la grande capacità compositiva e soprattutto per l’essere riuscito a creare un suo stile e un suo sound originale, espressivo e conturbante.

Piero Pelù e Ghigo Renzulli dei Litfiba
Fonte foto: https://www.facebook.com/litfibaufficiale/photos

Litfiba: le canzoni migliori

Quasi tutti i pezzi migliori dei Litfiba risalgono al primo periodo con Piero Pelù. Vero che anche negli ultimi anni la band è tornata a sfornare hit di buon livello qualitativo, ma l’epoca d’oro del gruppo è inevitabilmente quella che va dal 1989/90 al 1999.

Riascoltiamo insieme cinque delle canzoni più importanti della loro carriera.

Litfiba – El diablo

Secondo singolo tratto dall’omonimo album del 1990, El diablo è ancora oggi uno dei pezzi più amati della band di Ghigo Renzulli. Dopo un successo relativo per tutti gli anni Ottanta, con questo brano hard rock dalle atmosfere latineggianti i Litfiba riuscirono a imporsi al grande pubblico. Il testo denuncia il presunto satanismo spesso associato in maniera automatica e fuori luogo alla musica rock. Ecco il video ufficiale di questo piccolo grande capolavoro:

Litfiba – Spirito

Primo singolo dell’omonimo album del 1994, ripubblicato in versione speciale nel 2017, Spirito è una hit rock molto più leggera rispetto a El diablo, etnica ed esotica come molti loro brani, apprezzata sia dai vecchi fan che dai più giovani. Come quasi tutti i loro classici, fu riproposta da Pelù anche durante il suo periodo da solista. Di seguito il video:

Litfiba – Tex

Altro grande classico dei Litfiba, pubblicato per la prima volta nel quarto album in studio del 1988, Litfiba 3, Tex è stata rilanciata dalla versione live dell’album Pirata e dalla nuova versione in studio, dopo l’abbandono di due membri del gruppo, denominata Tex ’90. Ancora oggi è questa la veste preferita dalla band fiorentina. Riascoltiamola insieme:

Litfiba – Proibito

Altro brano dalla doppia vita, pubblicato per la prima volta in El diablo del 1991 e riproposto in versione remixata nella compilation Sogno ribelle, di cui diverrà il singolo di punta. Godiamoci il video di quest’ennesimo classico della band:

Litfiba – Fata Morgana

Chiudiamo questa carrellata con Fata Morgana, traccia presente nell’album Terremoto dei Litfiba. Pur non essendo stato rilasciato come singolo, è diventato uno dei pezzi più conosciuti e apprezzati dell’intera discografia della band, grazie a un arrangiamento splendido e a un testo poetico ma limpido, incentrato sul tema dell’apparenza. Immergiamoci ancora una volta nell’atmosfera onirica di questa grande canzone:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/litfibaufficiale/photos

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 14-12-2018