Litfiba, Spirito (Legacy Edition): nostalgia canaglia e voglia di rock

Perché i Green Day si chiamano così?

Litfiba, Spirito (Legacy Edition): la recensione e le emozioni dell’album.

Album datato 1994, Spirito rappresenta il trampolino di lancio definitivo dei Litfiba e non è un caso che Piero Pelù e compagni abbiano deciso di riproporre proprio questo lavoro in legacy edition, tre dischi pieni di storia ed emozioni.

Litfiba, Spirito (Legacy Edition): recensione

Il primo dei tre dischi è forse il meno coinvolgente di tutti – mai come in questo caso è questione di gusti. Quindici brani rimasterizzati e/o rivisitati per la gioia dei fans che possono così godere in maniera del tutto nuova e ancor più coinvolgente. Animale di zona, Tammùria e Lacio Drom fanno il loro grandissimo effetto.

Gli altri due album raccolgono invece in grande live tenutosi a Modena lo scorso 23 marzo del 1995, tappa storica dello Spirito Tour che ha infiammato l’Italia e ribadito il ruolo di primaria importanza della rock band fiorentina nel panorama musicale italiano. Due dischi che racchiudono emozioni, sogni e i grandi passi in avanti della band.

Il voto della redazione: 7/10.

Rimani sempre aggiornato sul mondo della musica, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 04-08-2017

Nicolò Olia