Spotify, le classifiche di luglio: Drake è il padrone della scena

Le classifiche di Spotify: luglio 2018 incorona Rvssian e Sfera Ebbasta per quanto riguarda l’Italia, Drake ha lo scettro della musica globale.

Anche il mese di luglio giunge al termine e andiamo a esplorare le principali classifiche di Spotify che tra novità e vecchie conoscenze regalano sempre grande musica. I numeri confermano un’Italia che ha voglia di rap e trap, a livello globale Drake non ha eguali.

Spotify, TOP 50 Italia

Andiamo alla scoperta dei padroni incontrastati del mese di luglio per quanto riguarda l’Italia. In prima posizione troviamo Rvssian e Sfera Ebbasta che scalza dalla vetta Amore e Capoeira che si attesta al secondo posto.

Pablo, Rvssian e Sfera  Ebbasta

Con quasi 400.000 riproduzioni conquista la vetta della classifica della TOP 50 Italia Pablo di Rvssian e Sfera Ebbasta. Il ritmo spagnoleggiante è irresistibile, Sfera ormai è un fenomeno che coinvolge milioni di persone, il re della trap come ama definirsi. Una nuova versione di rap che piace.

Di seguito il link di Pablo:

Amore e Capoeira, Takagi & Ketra e Giusy Ferreri

Perde il primato ma resta sulla cresta dell’onda Amore e Capoeirauna delle colonne sonore dell’estate musicale italiana. Lo strano trio ha trovato la ricetta vincente e continua a godersi il successo monopolizzando le discoteche italiane.

Di seguito il link di Amore e Capoeira:

Da zero a cento, Baby K

Sul gradino più basso del podio troviamo Baby K con Da zero a centoAnche in questo caso si segue la pista del ritmo sudamericano che ha tanto il sapore di mare e di estate.

Di seguito il link di Da zero a cento:

Nera, Irama

Continua a navigare tra le prime posizioni della classifica di Spotify anche Nera di Irama, altro esempio di rap che snoda su ritmi quasi esotici. Il mix dell’estate 2018 piace, diverte e fa scatenare sulle piste da ballo.

Di seguito il link di Nera:

Italiana, J-AX e Fedez

Alla quinta posizione delle TOP 50 di Spotify troviamo ancora J-AX e Fedez con la loro Italiana, uno dei brani più longevi nella top five dellaclassifica. L’estate è iniziata all’insegna dei due rapper che continuano a far registrare record di ascolti e vendite.

Di seguito il link di Italiana:

Spotify, TOP 50 Globale

Nella TOP 50 Globale di Spotify il re incontrastato è Drake che con la sua In My Feelings uccide la competizione e la corsa al primo posto. Alle sue spalle FEFE, restano nella top five i Maroon 5 e Cardi B.

In My Feelings, Drake

Padrone incontrastato della TOP 50 globale di Spotify è Drake che con la sua In My Feelings abbatte il muro degli otto milioni di ascoltatori. Il rapper canadese è sicuramente l’uomo del momento che si gode la sua estate dorata.

Di seguito il link di In My Feelings:

FEFE, 6ix9ine feat Nicki Minaj & Murda Beatz

Pubblicata il 22 luglio, la canzone in meno di due settimane ha scalato le classifiche di tutto il mondo andando a conquistare la seconda posizione con più di quattro milioni di ascolti, numeri impressionanti!

Di seguito il link di FEFE:

No Brainer,  DJ Khaled, Justin Bieber, Chance The Rapper e Quavo

Dopo la fortunata esperienza di  I’m The One, il gruppo di rapper e cantanti pop torna alla ribalta con una delle canzoni più attese del 2018. La canzone non delude le aspettative e gli ascolti sono da record.

Di seguito il link di No brainer:

Girls Like You, Maroon 5 e Cardi B

Restano stabili tra le prime cinque i Maroon 5 e Cardi B con la loro Girls Like You, un pop semplice, quasi passato di moda se non fosse per qualche baluardo di talento che contrasta l’ascesa del rap e della trap.

Di seguito il link di Girls Like You:

I Like It, Cardi B, Bad Bunny, J Balvin

Continua a macinare record I Like It di Card B e compagni. La canzone resta stabile al quinto posto della TOP 50 Globale con i suoi tre milioni e mezzo di riproduzioni che ne fanno una delle canzoni più apprezzate degli ultimi mesi.

Di seguito il link di I Like It:

FONTE FOTO COPERTINA: https://www.facebook.com/Drake/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 31-07-2018

Nicolò Olia