Kanye West, dopo la bufera il ricovero: crollo nervoso

Perché i Green Day si chiamano così?

Kanye West è dentro l’occhio del ciclone: dopo le contestazioni arriva il ricovero: l’ipotesi più accreditata è crollo nervoso.

Problemi nel suo matrimonio con Kim Kardashian, troppo lavoro e stress, bufera mediatica dopo le sue dichiarazioni pro-Trump: tutto questo ha causato un crollo nervoso a Kanye West, uno dei rapper e produttori più famosi e più pagati del pianeta. Qualcuno mormora che alla base di questo esaurimento ci sia anche l’assunzione di droghe, ma è tutto da verificare.

La bufera a Sacramento

L’ultimo concerto di West a Sacramento è stato un autentico disastro: il rapper ha lasciato il palco dopo mezz’ora di esibizione e questo ha scatenato la polemica tra il pubblico e in rete. Sembra che il motivo sia qualche contestazione urlata dai presenti a West, che utilizza i live anche per diffondere le proprie idee. A Sacramento si era definito portatore di verità:

“Sono qui per dirvi la verità, anche se potrebbe compromettere la mia vita. Anche se potrebbe compromettere la mia carriera e il mio successo. Voglio solo farvi sapere qual è la verità”.

Anche a San Josè le contestazioni da parte del pubblico hanno indispettito Kanye, quando il rapper si è schierato a favore di Donald Trump e del suo modo di fare comunicazione. Talvolta non sono mancati i vaneggiamenti: West ha sostenuto in altri live che Beyoncé e suo marito Jay-Z abbiano dei killer pronti a farlo fuori.

Il rapper aveva anche annullato dei concerti, come quello di Los Angeles.

Esaurimento

Vaneggiamenti, dicevamo, che forse ad oggi hanno una spiegazione: West ha avuto bisogno del ricovero d’urgenza. Il rapper ha dato in escandescenze e al momento è ricoverato al Ronald Reagan UCLA Medical Center di Los Angeles.

La suocera di Kanye ha cercato di mettere a tacere le voci sull’abuso di droghe, dichiarando che si tratta solo di esaurimento dovuto a stress.
Sembra che Kanye sia un autentico stakanovista e che lavori ogni giorno fino a tarda notte.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 22-11-2016

Caterina Saracino

Per favore attiva Java Script[ ? ]