J-Ax, ReAle: la recensione dell'album del rapper ex Articolo 31

Il ReAle secondo J-Ax: la conferma di un rapper libero e appagato

J-Ax, ReAle: la recensione del sesto album da solista del rapper ex Articolo 31.

Ce lo ha fatto aspettare per tanto tempo il suo nuovo album, J-Ax. Ma da buon zio, ancora una volta non ha deluso le aspettative. O almeno quelle non troppo alte.

In ReAle troviamo infatti un Ax che è la summa di quello provocante dei bei tempi andati degli Articolo, di quello scanzonato del primo periodo da solista e dell’ultimo, quello votato al politicamente commerciale con Fedez. E il risultato è un disco che può piacere trasversalmente tutti i suoi fan, i più giovani e i meno giovani, senza soddisfare però pienamente nessuno.

J-Ax, ReAle: recensione

Sedici tracce più due vecchi singoli rimasterizzati (Ostia Lido e Tutto tua madre) per un disco che è lungo ma tutto sommato godibile. Musicalmente si varia parecchio: da pezzi più attuali come Supercalifragili e Pericoloso si arriva al country blues di RedNeck, passando per le scariche rock di Reale.

Anche i contenuti variano, e questo ce lo aveva anticipato il buon Ax. Convivono infatti amabilmente brani personali, intimi, con altri votati al divertimento estremo, senza dimenticare qualche traccia più seria che prova ad analizzare alcuni temi di attualità, ad esempio il femminicidio (Beretta) e il razzismo (Siamesi).

J-Ax
J-Ax

Tra i featuring, che sono copiosi come nella miglior tradizione hip hop americana, spiccano Jake La Furia, Paola Turci ed Enrico Ruggeri, sempre all’altezza della situazione, mentre delude purtroppo Annalisa, che non riesce con la sua straordinaria voce a far impennare il brano peggiore dell’intero lotto (Supercalifragili, pezzo in cui è presente impercettibilmente anche Luca Di Stefano, ex talento di All Together Now).

Diversi i brani che colpiscono per completezza, maturità e anche per la brillantezza delle trovate stilistiche da parte di un Ax che si dimostra ancora in buona forma. Tra questi citiamo in particolare l’opener Mainstream, Siamesi e Cuore a lato.

Enrico Ruggeri
Enrico Ruggeri

In generale si tratta dunque di un buon album, con qualche traccia ottima e qualche inevitabile passaggio a vuoto. Quel che lascia un po’ l’amaro in bocca è però la mancanza di una vera e propria ciliegina sulla torta, che avrebbe forse potuto essere rappresentata da Timberland Pro, lasciata quasi inspiegabilmente fuori da questo disco.

In linea di massima, però, bisogna ammettere che non avrebbe spostato molto le sorti di un disco che conferma quello che Ax è oggi: un decano del rap commerciale che si diverte a far quel che gli pare, nel bene e nel male.

Tracklist

1 – Mainstream (La scala sociale del rap)

2 – Supercalifragili (feat. Annalisa e Luca Di Stefano)

3 – Quando piove, diluvia

4 – Beretta (feat. Boomdabash)

5 – Pericoloso (feat. Chadia Rodriguez)

6 – La mia hit (feat. Max Pezzali)

7 – Siamesi (feat. Paola Turci)

8 – ReAle

9 – Cristoforo Colombo (feat. Sergio Sylvestre)

10 – Fiesta! (feat. Il Cile)

11 – Cuore a lato (feat. Enrico Ruggeri)

12 – Per sempre nell’83 (feat. Il Pagante)

13 – Redneck (feat. Jake La Furia)

14 – Il terzo spritz

15 – Sarò scemo

16 – A me mi

Top: Mainstream, Siamesi, Reale, Cuore a lato, RedNeck, Sarò scemo

Flop: Supercalifragili

Voto: 7

Di seguito il divertente video ufficiale di La mia hit:

ultimo aggiornamento: 24-01-2020