L’album, composto da otto tracce inedite, è stato prodotto dal figlio Filippo Graziani e distribuito dalla storica etichetta Numero Uno.

A trent’anni dall’ultimo album, Ivan Graziani torna a far parlare di sé. Il cantautore, chitarrista e voce inconfondibile del panorama musicale italiano, scomparso nel 1997, torna al suo pubblico con un album di inediti intitolato “Per gli amici”. Una creazione del figlio Filippo, anche lui musicista.

Chitarra

“Per gli amici”, in ricordo di Ivan Graziani

Preannunciato il mese scorso, venerdì 26 gennaio è uscito ufficialmente il nuovo album che omaggia Ivan Graziani, “Per gli amici”, composto esclusivamente da tracce inedite. A 27 anni dalla sua morte, il celebre cantautore e chitarrista potrà avere nuova vita, grazie al progetto messo in piedi dai suoi eredi.

L’album, infatti, è il frutto di un meticoloso lavoro di recupero, restauro e riproduzione, fortemente voluto da Filippo, figlio di Ivan. Otto canzoni ritrovate, prodotte e distribuite dalla storica Numero Uno, l’etichetta con cui il cantautore aveva pubblicato il suo primo album.

Tuttavia, non si tratta comunque della prima raccolta di inediti dell’artista che viene pubblicata: nel 2017 infatti era uscito “Rock e Ballate per Quattro Stagioni“, in occasione del ventennale della morte. All’interno del disco, si trovavano anche alcuni disegni originali di Ivan Graziani, una dedica di Tonino Guerra e la presentazione firmata del giornalista John Virgola.

La tracklist dell’album di inediti

L’album “Per gli amici” è composto da otto tracce inedite, otto canzoni che ci lasciano una testimonianza viva di Ivan Graziani, uno dei cantautori e musicisti che ha rivoluzionato il modo di intendere la musica d’autore e il rock italiano.

Di seguito la tracklist del disco:

  • Una donna
  • La rabbia
  • L’Italianina
  • La canzone dei marinai
  • Tv
  • Miley
  • Ti sorprenderò
  • Per gli amici

Filippo: “La fotografia precisa di papà”

Durante un’intervista a SkyTgcom24, parla di “Per gli amici” proprio Filippo Graziani, che ripercorre tutti i ricordi di un uomo che, oltre ad essere un cantautore che ha fatto la storia della musica italiana, è stato anche un grande padre.

Quella canzone, nell’album, è – forse – la fotografia più precisa di papà. Quella canzone ha dentro tutto il sarcasmo, il cinismo, la penna precisa di papà; l’autoironia e anche il modo in cui racconta il suo punto di vista, mi hanno colpito tantissimo, spiega Filippo presentando gli otto brani come una fotografia precisa del padre.

“Mio padre era una persona che amava stare in compagnia, avere gli amici anche a casa. La nostra casa era un po’ un porto di mare, tra musicisti e personaggi strani che ci gravitavano. Quindi, non volendo trovare un nome di fantasia, ho preferito chiamarlo come questa canzone, che lo rappresenta – secondo me – al 100%“, aggiunge il figlio di Ivan.

Ecco il brano di Ivan Graziani a cui si ispira il titolo dell’album:

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 26 Gennaio 2024 13:04


“Susy”, il singolo di Gio Evan come inno alla libertà tra i vicoli di Napoli

Chadia pubblica “Bondage – La gola”, un singolo tra seduzione e peccati capitali