Il concerto degli Iron Maiden a Bologna è stato annullato all’ultimo minuto a causa del maltempo: le informazioni su nuova data e rimborso.

Un incubo o qualcosa di molto simile per le circa trentamila persone che il 7 luglio avevano affollato l’Arena Parco Nord di Bologna per il nuovo appuntamento con il Bologna Sonic Park. Attesi sul palco, alle ore 21, dei mostri sacri del metal, gli Iron Maiden. Purtroppo, a pochi minuti dall’inizio dell’evento, un temporale ha rovinato i piani dei presenti, portando prima a un rinvio, poi alla definitiva cancellazione. Termina così, miseramente, uno dei concerti più attesi di questa estate, in attesa di notizie su un possibile recupero.

Annullato il concerto di Bologna: i dettagli

Dopo il lungo periodo di stop imposto dalla pandemia, in quest’estate 2022 c’è una grandissima voglia di musica dal vivo. Tra i live più attesi in Italia non poteva mancare quello degli Iron Maiden, unica tappa nostrana del Legacy of the Beast Tour. Purtroppo però il maltempo ci ha messo lo zampino, e ha portato alla cancellazione del concerto a pochi minuti dall’inizio.

Iron Maiden
Iron Maiden

Inizialmente l’inizio dello show era stato rinviato di qualche minuto, confidando nella clemenza di un meteo incerto. Purtroppo però il peggioramento delle condizioni climatiche, e la diramazione di un’allerta da parte della Protezione Civile, hanno costretto gli organizzatori ad annullare del tutto la data, sfollando di fatto l’Arena Parco Nord e rimandando a casa trentamila persone con un nulla di fatto. “Il concerto è stato cancellato per salvaguardare la sicurezza dei fan, della band e della crew, a causa delle avverse e pericolose condizioni meteo che includevano fortissimi venti e caduta di lampi“, hanno scritto sui social gli organizzatori per confermare la decisione.

Iron Maiden: rimborso o recupero?

Cosa accadrà adesso? Evidente che tutti i fan dei Maiden delusi per questo sfortunato epilogo dovranno essere risarciti in qualche modo. Nel pomeriggio è arrivata la comunicazione ufficiale su cosa avverrà dopo questa sfortunata coincidenza. Purtroppo il fitto calendario di Bruce Dickinson e compagni non dà alla band la possibilità di tornare in Italia a breve. I fan potranno comunque chiedere un rimborso cliccando sul sito ufficiale rimborso.info. Il manager della band ha però voluto fare una promessa: “Torneremo il prossimo anno“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Rock strillo

ultimo aggiornamento: 08-07-2022


Nasce il Greenvalley Pop Fest, l’evento musicale che promuove l’ecosostenibilità

Donatella Rettore: le cinque canzoni più belle della prima rocker italiana