A sorpresa, grazie alla loro partecipazione al Coachella Festival, che si terrà in California, la band dei Guns N’Roses è pronta a tornare sul palco, con i vari Rose, Slash e Duff a farne parte

Quella che sembrava essere soltanto una vana speranza dei loro supporters è finita, invece, per diventare realtà: la band dei Guns N’Roses è pronta a fare il proprio ritorno sul palco in grande stile. Una prima testimonianza di quello che sarebbe accaduto in futuro ci fu prima di alcune proiezioni di Star Wars: il risveglio della forza, con un filmato ed una parte di Welcome to the Jungle proiettata sugli schermi. La definitiva conferma, invece, è arrivata grazie alla partecipazione del gruppo, come headliner, al Coachella Festival che si terrà ad Indio, in California, nel periodo compreso tra il 15 ed il 24 Aprile.

I componenti della band

Il gruppo che si è venuto a formare, ovvero quello dei Guns N’Roses, è un vero e proprio tuffo nel passato per quelli che sono i suoi componenti: i vari Axl Rose, Slash e Duff sono già stati insieme precedentemente, con una riunione unica nel suo genere in 23 anni. Oltre ai nomi sopra citati, c’è ancora un dubbio riguardante il prossimo membro che sarà chiamato in causa: Steven Adler e Matt Soum sembrano essere, a tal proposito, i principali candidati, con Chris Pitman che, invece, confermato in via ufficiale. Potrebbero, infine, essere richiamati anche Dizzy Red e Frack Ferrer.

Il passato è alle spalle

Rose, Slash e Sorum, negli ultimi anni, si sono dedicati ad attività differenti tra di loro: il primo ha preso parte a circa 300 concerti con la nuova formazione dei Guns, registrando, inoltre, anche Chinese Democracy; i secondi, invece, hanno formato un nuovo gruppo, ovvero i Velvet Revolver, seppur componente della band, Scott Weiland, sia ormai defunto. Nonostante le enormi differenze tra rose e Slash, alla fine i due hanno deciso di riconciliarsi, gettandosi indietro le diverse incomprensioni del passato.


“David Bowie is” in Italia: tappa a Bologna

David Gilmour: “La fase dei Pink Floyd è finita”