Gianna Nannini: esce “Cazzi miei”, dolorosa autobiografia

Perché i Green Day si chiamano così?

La rocker toscana Gianna Nannini ha dato alle stampe un’autobiografia che le è costato molto scrivere: si intitola “Cazzi miei”.

Il 22 novembre esce “Cazzi miei”, l’autobiografia di Gianna Nannini, scritta con la penna intinta nel cuore. Per la prima volta, infatti, la cantautrice di “Sei nell’anima” ha parlato del periodo tremendo che la colse negli anni Ottanta, quando la depressione aveva rischiato di farla precipitare in un baratro. Il libro, edito da Mondadori, racconta di come la musica l’abbia salvata dal punto di vista personale.

Il baratro

Uno dei principali argomenti affrontati dalla rocker è accennato in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook:

“Era il 1983, l’anno in cui scrisse ‘Fotoromanza’, quando si ritrovò all’improvviso in un baratro, alla ricerca disperata di sé e dei frammenti della sua personalità, dispersi sulla strada del successo discografico: un “viaggio all’inferno“, come lei stessa lo definisce, di cui ancora oggi non riesce a darsi una spiegazione. “Forse non sono nata, sono solo morta e non lo so”.

Da questo viaggio all’inferno, Gianna tornò solo grazie alla sua immensa passione per la musica, che l’ha resa negli anni una delle artiste più stimate nel nostro Paese:

“Questo libro è la storia di come Gianna Nannini ha saputo, da lì, ritrovare la grinta per ricominciare a vivere e lottare e per mantenere la sua indipendenza artistica, difendendola dalle pretese dell’industria discografica. È il racconto delle sue tante vite – fra canzoni, trasgressioni e viaggi dentro e fuori di sé -, ripercorse con una prosa graffiante proprio come la sua voce.”

L’amore per i fan

Gianna Nannini, mamma della piccola Penelope che oggi ha 4 anni, ha tenuto di recente un incontro con i fan in quel di Milano. Questa è stata l’occasione per ricordare loro che…

“Dopo mia figlia siete la cosa più importante della mia vita”.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 22-11-2016

Caterina Saracino

Per favore attiva Java Script[ ? ]