FantaEurovision 2022: i consigli per formare squadre competitive nel fantagame più cool del periodo dell’Eurofestival.

In principio era il fantacalcio. Il successo ha poi fatto nascere, anno dopo anno, numerosi fantagame. Un trend cui non si è potuto sottrarre il Festival di Sanremo. Da qualche anno a questa parte spopola in Italia il FantaSanremo, assoluto protagonista nel 2022, anno in cui ha trionfato, tra i cantanti, Emma Marrone. Un gioco semplice, anche cinico per certi versi, non adatto a chi non ama un certo humor, ma irresistibile per chi vuole competere con i propri amici, colleghi, parenti o anche solo sfidare se stesso.

Sull’onda di un successo così straordinario, il team di FantaSanremo ci riprova, rilanciando anche il FantaEurovision, già nato lo scorso anno ma adesso pronto a un vero e proprio exploit grazie anche all’Eurofesitval in casa. Se sai già di cosa si tratta e vuoi solo dei consigli per formare il tuo magic team, una squadra competitiva e in grado di arrivare in alto, sei nel posto giusto. Ecco alcune dritte per creare la tua squadra.

FantaEurovision 2022: creare squadre competitive

Il FantaEurovision è un fantagame basato su ciò che accade durante le tre serate dell’Eurovision, dal primo all’ultimo minuto. Vengono premiati con bonus o con malus diversi fatti che possono succedere. Non solo i piazzamenti in classifica e i premi vinti, ma anche elementi di contorno alla performance, errori, gaffe, scivoloni, parolacce e così via.

Laura Pausini
Laura Pausini

Con il FantaEurovision può succedere di tutto, specialmente se anche i concorrenti in gara scelgono di partecipare al gioco. Basti pensare a quanto accaduto nel 2021 e nel 2022 a Sanremo. Certo, rispetto a quanto successo con il Festival italiano, è difficile che tutti gli artisti decidano di mettersi in gioco con una competizione per ora nostrana. Ma mai dire mai. Chissà che questa edizione dell’Eurovision non possa diventare una mania come accaduto al Festival.

Per poter formare la propria squadra ci sono alcune indicazioni, piccoli suggerimenti, che vale la pena tenere a mente per ogni FantaSanremo. In primis, bisogna leggersi dettagliatamente il regolamento, soprattutto per quanto riguarda i bonus e i malus. Se è facile comprendere che per poter prendere punti importanti dai piazzamenti sarà utile scegliere concorrenti che potrebbero ambire alla vittoria finale, è altrettanto interessante notare che si potrebbe vincere in linea teorica anche senza avere un vincitore in squadra. Il FantaEurovision è infatti talmente ricco di bonus e malus da rendere tutti i concorrenti delle potenziali sorprese.

Mahmood e Blanco
Mahmood e Blanco (credits Bogdan Chilldays Plakov)

Insomma, di fattori da dover prendere in considerazione ce ne sono moltissimi, e per formare la squadra perfetta bisognerebbe studiare giorno e notte. Ma il FantaEurovision è divertente per questo: anche uno studio matto e disperatissimo potrebbe non servire per raggiungere risultati soddisfacenti. Meglio dunque affidarsi al caso e al cuore, puntando magari su quei cantanti per cui si fa davvero il tifo, a partire dai nostri Mahmood e Blanco. Perché l’importante è partecipare, non vincere. Giusto?

FantaEurovision 2022: consigli

Veniamo adesso alle quotazioni dei quaranta concorrenti in gara, per poter capire su chi potrebbe valere la pena puntare e chi meno.

Partiamo dai favoriti per la vittoria finale, almeno per chi ha stilato le quotazioni. Parliamo di quegli artisti quotati più di 20 saBaudi. Un gruppo nutrito di cantanti e performer, capitanati da Mahmood e Blanco. Tutti vorranno avere in squadra i nostri beniamini, che parteciperanno con la loro Brividi, e quindi è naturale che il loro costo sia alto: 25 saBaudi. Ma l’investimento potrebbe essere ben ripagato? In un certo senso sì e no. Perché è indubbio che i due ragazzi potranno arrivare in alto in classifica e ambire a conquistare, perché no, anche la vittoria. Tuttavia, a Sanremo hanno già dimostrato di non essere dei fantagiocatori incalliti. Anzi, del FantaSanremo se ne sono ampiamente fregati. Meglio quindi pensare anche a qualche piano alternativo.

Mahmood e Blanco
Mahmood e Blanco (credits Bogdan Chilldays Plakov)

C’è poi il caso della Kalush Orchestra, qualificatasi per l’Ucraina dopo l’esclusione della ‘titolare’ del posto per motivi diplomatici. I ragazzi in questione saranno sicuramente gli artisti più sostenuti dal pubblico neutrale, a causa del drammatico conflitto che ha colpito Kiev in questi mesi. Proprio per questo i bookmaker li danno per favoriti. Costano 24 saBaudi: potrebbero essere la giusta alternativa ai nostri rappresentanti.

Bandiera dell'Ucraina
Bandiera dell’Ucraina

23 saBaudi per i norvegesi Subwoolfer, che parteciperanno con il brano Give That Wolf a Banana. Stanno già spopolando in radio e sono diventati virali sui social. Potrebbero essere un’autentica rivelazione in questa edizione dell’Eurofestival. Considerando poi che la Norvegia vanta una discreta tradizione nella kermesse, come tutti i Paesi nordici, potrebbero essere un grande affare.

E a proposito di Paesi nordici, tornano da tener d’occhio i The Rasmus per la Finlandia. Sono famosi in tutta Europa, sono rock, hanno una grande attitude, ma potrebbero rivelarsi uno ‘specchio per le allodole’. A 22 saBaudi meglio puntare su altro, come la svedese Cornelia Jakobs (peraltro al prezzo di un saBaudo in meno).

Dopo il fallimento dello scorso anno, il Regno Unito prova a tornare in alto con Sam Ryder, che costa ben 22 saBaudi. Anche in questo caso è meglio non rischiare. Tra gli artisti dei grandi Paesi (che si esibiscono solo in finale, altro fattore da tenere in considerazione), meglio puntare sui francesi Alvan e Ahez e sul tedesco Malik Harris.

Tra gli outsider, invece, occhi puntati sull’irlandese Brooke, anche perché l’isola verde vanta il maggior numero di Eurovision vinti. Da non sottovalutare anche gli islandesi Systur e i cechi We Are Domi. Come considerare invece gli altri ‘italiani’, Achille Lauro ed Emma Muscat? La rappresentante di Malta potrebbe finire in alto, ma non ci aspettiamo un FantaEurovision ricco di bonus. Diverso il discorso per Achille Lauro. L’artista romano ha già dimostrato a Sanremo di essere una vera bomba a orologeria. Sarà sicuramente in grado di far bene anche nella kermesse europea. Se vuoi scoprire tutte le quotazioni, visita pure il sito ufficiale.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

strillo

ultimo aggiornamento: 08-05-2022


Amici, i finalisti saranno sei: è la prima volta nella storia del programma

Ligabue, non solo Campovolo: il rocker aggiunge altri concerti all’Arena di Verona