Esclusiva MusicBox, Nitro ” Non sono Eminem, ma mi evolvo senza snaturarmi”

Perché i Green Day si chiamano così?

Nitro è uno dei rapper in rampa di lancio, un cantante alternativo che sta ottenendo un grande successo. Questa è la sua vita.

Nicola Albera, conosciuto nel mondo del rap semplicemente come Nitro, nasce a Vicenza l’11 febbraio del 1993.

All’età di 14 anni, entra nella  band “Gioventù Bruciata”. Da questo momento inizia a battagliare in diverse competizioni  di freestyle uscendone molto spesso vincitore o comunque risultando tra i migliori interpreti. Nel 2012 arriva la prima collaborazione importante per Nitro che collabora alla stesura del brano “Felice per me” insieme a Fabri Fibra, la prima di una serie di collaborazioni con il rapper famoso per alcuni brani come “Mal di Stomaco” o “Applausi per Fibra“…

Di seguito l’intervista esclusiva di Nitro rilasciata ai microfoni di Selenia Orzella, inviata per MusicBox.

Ascoltando il tuo nuovo album “Suicidol”, nelle 15 tracce c’è molta diversità l’una dall’altra, constatando anche una sorta di autoanalisi e autoironia. Descrivi anche l’idea che hai dell’amore e della musica, togliendoti qualche sassolino dalle scarpe, spiegaci meglio.

“Si io prendo sempre la musica come uno sfogo per dire quello che non riesco a dire personalmente, essendo molto riservato non riesco ad espormi così tanto, mentre con la musica vado a ruota libera, mettendomi a nudo. Il bello della musica è che puoi trasformare i tuoi difetti nellatua migliore arma…..”

 

Per guardare l’intervista integrale a Nitro clicca qui.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 29-05-2015

Redazione Notizie Musica