Elisa si è guadagnata spazio sulla stampa internazionale per aver donato l’incasso del suo ultimo tour ai suoi musicisti e alla sua crew.

Suonare per se stessi è importante, farlo per aiutare qualcun altro è però davvero speciale. Lo sa bene Elisa, che ha voluto in quest’estate così difficile mettere in piedi un tour con lo scopo di raccogliere fondi da devolvere alla sua crew e ai musicisti che da anni lavorano con lei, per permettergli di sostenere le loro famiglie. Un’iniziativa davvero lodevole che ha ottenuto non solo il plauso della stampa italiana, ma anche di quella internazionale.

Elisa conquista la stampa internazionale

La cantautrice di Monfalcone è stata elogiata anche a Londra. Su IQ si legge: “L’artista italiana ha raccolto 230mila euro da un tour di otto date, organizzato a sostegno della sua band e della sua troupe“.

Elisa Toffoli
Elisa Toffoli

Per questo tour, oltre alla cantuatrice, anche il suo management e l’agenzia di booking hanno rinunciato ai propri compensi. Anche per questo, nonostante le poche date, si è riusciti a raccogliere una somma davvero importante. 190mila euro sono stati distribuiti tra i musicisti e la troupe che ha lavorato agli eventi, mentre 40mila sono stati donati a un fondo che sostiene altri lavoratori del mondo dello spettacolo.

Elisa aiuta i suoi musicisti

In altri termini, chi ha lavorato con Elisa per questi concerti è stato pagato il doppio del normale, come avesse lavorato a sedici live. Sulle colonne di IQ si leggono anche delle dichiarazioni della cantautrice di Monfalcone: “Alcuni membri del mio gruppo, tecnici e musicisti, sono con me da quando ho fondato la mia band, circa 23 anni fa; sono come la mia famiglia e si sarebbero trovato in grave difficoltà se non avessi preso questa decisione. Questo è il momento in cui dobbiamo fare qualcosa e non aspettare che lo faccia qualcun altro“. Ecco il post con l’articolo dedicato all’artista friulana:

https://www.instagram.com/p/CGkwmwaJcd1/
TAG:
Elisa

ultimo aggiornamento: 21-10-2020


Shawn Mendes: ecco il trailer del documentario In Wonder

Le migliori canzoni dei Toto: da Rosanna ad Africa