Ecco il significato di La canzone mononota di Elio e le Storie Tese che il gruppo presentò sul palco di Sanremo 2013.

La canzone monotona di Elio e le Storie Tese fu presentata, al Festival di Sanremo, il 13 febbraio 2013. Un brano basato – come suggerisce il titolo – su una sola nota, il Do, che, come spiega il direttore musicale, Mauro Pagani, era anche di difficile esecuzione.

Una nota sola – a parte il preludio che è più vario, 18 note – e poi dritti fino in fondo. Sì, ci sono due salti d’ottava e altre minuzie, ma la sostanza è quella”. Scopriamo insieme il significato di questa particolare canzone di Elio e le Storie Tese.

Elio e le Storie Tese, La canzone mononota: una canzone bizzarra

La canzone mononota fu presentata, da Elio e le Storie Tese sul palco dell’Ariston, nel 2013. Fin dal primo momento, apparve come un brano molto particolare, visto che era basato su una sola nota, il Do.

Elio
Elio

Anche se la melodia fa leva su una singola nota, gli accordi vengono cambiati frequentemente e lo stesso avviene per il tempo e per il ritmo. Da sottolineare anche due salti di ottava. Pertanto, come sottolineò il direttore musicale, Mauro Pagani, era di complessa esecuzione.

Il video di La canzone mononota:

Ma, se non sei in grado neanche di cantare la canzone mononota, ti consigliamo di abbandonare il tuo sogno di cantante“. Questo è il “consiglio” – certamente in chiave ironica – che Elio e i suoi compagni danno a chi ha nel cassetto il desiderio di intraprendere la carriera di cantante. D’altronde, “La canzone mononota che non scende a compromessi“.

La canzone Mononota, qual è il significato del testo?

La domanda è pertinente, ma le risposte potrebbero essere molteplici. Alcuni, infatti, ci hanno visto semplicemente un virtuosismo musicale, derivato dalla volontà del gruppo di mettere in piedi un brano interamente basato su una sola nota (anche se, come dicevamo, all’interno delle esecuzioni ci sono delle variazioni).

Altri, invece, si sono spinti un po’ più in là, cercando di dare un significato più profondo – anche se tale aggettivo può essere un po’ troppo forte per questa canzone – al fine di spiegarne il senso. Il collegamento è alla vita piena di luci e successi, alla quale in molti ambiscono, attratti dai modelli hollywoodiani, che vivono una vita fatta di lusso e lussuria, in quanto si è alla ricerca di una “melodia composita Gremita di arzigogoli rarissimi”, quando – poi – quello che conta veramente può essere sintetizzato in una sola nota.

Di seguito il testo di La canzone mononota:

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 02-12-2020


Massimo Ranieri: “Tornare a Sanremo? Sì, ma come conduttore”

55 anni fa usciva My Generation, il primo passo degli Who verso la leggenda