I Duran Duran hanno perso la battaglia legale sui diritti USA

Perché i Green Day si chiamano così?

I Duran Duran hanno perso una battaglia in tribunale per rivendicare i diritti negli Stati Uniti di alcune delle loro canzoni più famose

Duro colpo inaspettato per la nota band dei Duran Duran i quali hanno perso la loro battaglia legale per rivendicare i diritti negli Stati Uniti di alcuni dei loro più grandi successi. I membri del gruppo stavano lottando per riconquistare il diritto d’autore americano delle canzoni dei loro primi tre album dagli editori di Gloucester Place Music, ora di proprietà di Sony/ATV negli Stati Uniti.

I Duran Duran hanno sostenuto che in base alla legge degli Stati Uniti i diritti per le canzoni dovrebbero tornare a loro dopo 35 anni, rispetto ai 70 anni degli editori che possiedono i diritti delle canzoni nel Regno Unito.

La band si è distinta per uno svariato numero di brani di successo, per l’isteria collettiva dei fan durante i concerti, per l’utilizzo precursivo della tecnologia, per i videoclip provocatori e per la costante presenza mediatica nell’arco della sua carriera. Fino al giugno 2015, con i loro 30 album hanno venduto oltre 100 milioni di dischi in tutto il mondo, fra album e singoli.

I membri del gruppo sono indignati e addolorati

Il tutto è avvenuto venerdì scorso: un giudice dell’Alta Corte di Londra ha dato ragione a Gloucester Place Music, i cui avvocati hanno sostenuto che il diritto contrattuale Inglese escludeva la legge degli Stati Uniti, facendo arrabbiare i membri della band che credono che dovrebbero rientrare in possesso dei diritti d’autore di tante canzoni tra cui Girls on Film, Rio ed A View to a Kill.

Il socio fondatore e tastierista Rhodes ha detto:

“Abbiamo firmato un accordo di publishing da adolescenti ignari… quando eravamo appena agli inizi e quando non avevamo niente di meglio …”

Nick Rhodes invece avrebbe affermato:

“Siamo scioccati che le norme contrattuali inglesi vengano utilizzate per ribaltare i diritti degli artisti in un altro Paese”

Simon Le Bon invece più asciutto ha spiegato che la decisione li ha lasciati “con l’amaro in bocca”.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 05-12-2016

Licia De Pasquale

Per favore attiva Java Script[ ? ]