Donald Trump ha bloccato i download di TikTok negli Stati Uniti da settembre: l’annuncio è arrivato dal Dipartimento del Commercio USA.

Il tanto temuto terremoto americano per TikTok è arrivato. Il presidente Donald Trump aveva minacciato già da diversi tempo un bando nei confronti di Bytedance, la società proprietaria della nota applicazione. E il bando alla fine è arrivato. Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, tramite una nota ufficiale, ha infatti comunicato che il download di TikTok (e anche di WeChat) è vietato in tutto il paese dal 20 settembre. Le app saranno rimosse dagli store che operano sul suolo americano.

TikTok al bando: la scelta di Trump

Si legge nella nota del Dipartimento: “Il Partito comunista cinese ha dimostrato di avere mezzi e motivazioni per utilizzare queste app al fine di minacciare la sicurezza nazionale, la politica estera e l’economia degli Stati Uniti. I divieti annunciati oggi, se applicati, proteggeranno gli utenti negli Stati Uniti eliminando l’accesso a queste applicazioni e riducendo significativamente la loro funzionalità“.

Donald Trump
Donald Trump

Ma non finisce qui. Dal 12 novembre, salvo diverse disposizioni, arriverà il blocco completo del sistema negli Stati Uniti. Una notizia che fa tremare tutti gli utilizzatori dell’applicazione americani.

TikTok: cosa cambia con il bando

Il bando comunicato dal Dipartimento non implica la cessazione delle attività dell’app negli Stati Uniti nelle prossime 48 ore per chi l’ha già scaricata. Ma da novembre potrebbero sorgere ben altri problemi. La notizia arriva tra l’altro all’indomani della notizia del freno alle trattative tra Bytedance e Microsoft. Trump non avrebbe infatti approvato l’accordo che le due società stavano trovando per una partnership su territorio americano.

Con una nota ufficiale, TikTok ha risposto al bando così: “Non siamo d’accordo con la decisione del Dipartimento del Commercio e siamo delusi dal fatto che sia in grado di bloccare i download di nuove app da domenica e vietare l’uso dell’app TikTok negli Stati Uniti dal 12 novembre“. L’azienda ha quindi affermato che la community statunitense degli utenti, formata da 1000 milioni di persone, ama l’app ed è interesse della società proteggere la loro privacy e sicurezza. Per questo il bando è ingiusto ed è un danno nei confronti del popolo americano e delle piccole aziende.

TAG:
donald trump TikTok

ultimo aggiornamento: 18-09-2020


Emis Killa e Jake La Furia, fuori il nuovo album 17: tutti i dettagli

Lady Gaga: ecco il video ufficiale del nuovo singolo 911