Diodato vince il David di Donatello per la Miglior canzone originale con Che vita meravigliosa, presente nel film La dea fortuna di Ferzan Ozpetek.

Il 2020 è un annus horribilis per tutti, o quasi. Diodato potrebbe infatti definirlo un annus mirabilis per la sua carriera, più o meno. Dopo aver trionfato al Festival di Sanremo con Fai rumore, l’artista tarantino ha infatti conquistato anche un David di Donatello per la Miglior canzone originale.

Tutto merito di Che vita meravigliosa, brano che dà il titolo al suo ultimo album e che è presente nella soundtrack del film La dea fortuna di Ferzan Ozpetek.

Diodato vince il David di Donatello 2020 con Che vita meravigliosa

I David in un’edizione virtuale sono andati in onda nella serata dell’8 maggio, in onda anche su Rai1, RaiPlay e Rai Movie. Nelle categorie musicali a vincere sono stati Diodato con Che vita meravigliosa e L’orchestra di Piazza Vittorio, quest’ultima nella categoria Miglior musicista per Il flauto magico di Piazza Vittorio.

Nella sua categoria il cantautore tarantino ha avuto la meglio su grandissimi competitor: Antonio Aiello e Shoshi Md Ziaul (con Festa), Dario Brunori (con Un errore di distrazione), Thom Yorke (con Suspirium) e Ralph P (con Rione sanità).

Diodato
Diodato

Diodato a Europe! Shine a Light

Continua dunque l’anno positivo per la carriera di Diodato, trionfatore assoluto a Sanremo e prossimo protagonista nell’Eurofestival 2020, quest’anno in un’edizione speciale, senza gara e a distanza.

L’artista è infatti uno dei cantanti che si esibiranno nella maratona Europe! Shine a Light, un evento creato appositamente dopo la cancellazione dell’Eurovision Song Contest, che non ha potuto avere luogo a causa dell’emergenza Coronavirus che ha messo in ginocchio il mondo intero, compreso quello dello spettacolo.

Di seguito il video ufficiale di Che vita meravigliosa, la canzone che ha vinto il David di Donatello:

TAG:
Diodato news strillo

ultimo aggiornamento: 09-05-2020


Muse, Matt Bellamy: ecco il singolo Tomorrow’s World

Tekashi 6ix9ine pubblica il primo singolo dopo la scarcerazione