La conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo 2021: le parole di Amadeus e dei dirigenti Rai.

Il Festival di Sanremo 2021 si farà. Dal 2 al 6 marzo 2021 la kermesse andrà in onda dal teatro Ariston senza pubblico e con tantissime novità dovute al periodo di emergenza che stiamo vivendo. Nonostante tutto, però, l’entusiasmo non manca e lo spettacolo sarà assicurato. Ecco le parole del direttore artistico Amadeus e dei dirigenti Rai nella conferenza stampa di presentazione della kermesse.

Sanremo 2021: le parole di Amadeus in conferenza stampa

Non è stato semplice mettere in piedi questo Festival, di lavoro da fare ce n’è ancora molto ma Amadeus può dirsi soddisfatto. Quello che sta per cominciare sarà un Sanremo unico nel suo genere. La sua missione e quella di Fiorello sarà tentare di dare serenità agli spettatori da casa per cinque serate.

Amadeus
Amadeus

La parola chiave del direttore artistico è ottimismo: “Io sono sicuro: si stanno facendo tante vaccinazioni per debellare il virus e da marzo in poi uno spiraglio possiamo vederlo“. Ama ha quindi parlato dell’idea nave, naufragata in poco tempo, che per lui restava un’ipotesi valida. Parlando di Fiorello ha invece speso parole al miele: “Fiorello è mio amico da trentacinque anni, per me non può esistere un Festival di Sanremo senza di lui perché illumina tutto ciò che ha intorno, tutti gli vogliono bene“.

Rosario Fiorello
Rosario Fiorello

Sanremo 2021: gli ospiti

Un passaggio inevitabile anche sugli ospiti: “Avremo due figure artistiche che saranno con noi tutte e cinque le sere: Achille Lauro, che sta preparando cinque quadri, e Ibrahimovic, che è un personaggio del calcio strepitoso, da scoprire“. Il direttore artistico ha quindi risposto alle domande dei giornalisti, e ha svelato i nomi di altri ospiti: Ornella Vanoni, Negramaro e Alessandra Amoroso. Resta in forse invece Loredana Bertè, mentre per Jovanotti dipende solo dalla sua volontà. Queste le parole del presentatore: “Ci sono gli ospiti musicali, ci sarà una dominanza italiana ma questo non vuol dire escludere cantanti stranieri. Ci fosse la possibilità di avere un ospite internazionale ben venga“. Resta invece ancora aperta la trattativa con Roberto Benigni e Adriano Celentano.

Alessandra Amoroso
Alessandra Amoroso

Il direttore artistico ha quindi parlato anche delle donne che lo accompagneranno in questa avventura: “Quest’anno non avremo una donna a sera, ma altre presenze sul palco, donne che entreranno. Ci sarà un’idea di fondo per tutte, racconteranno l’universo femminile portando anche momento di leggerezza. Come Alessia Bonari, l’infermiera che è stata un po’ il simbolo della lotta al Covid per l’uso della mascherina, aveva i segni sul viso, la sua foto è diventata un simbolo“.

Le dichiarazioni di Fiorello

Nel corso della conferenza è intervenuto in collegamento anche Fiorello, con un’incursione tra il serio e il faceto: “Sarebbe stato facilissimo non fare questo Festival. E invece no. Noi dobbiamo stare lì, quest’anno Sanremo si doveva fare. È una cosa nuova che facciamo“.

Lo showman ha quindi difeso l’amico Amadeus, al centro di tantissime polemiche nelle ultime settimane: “Quest’uomo riesce a creare l’evento. Riesce a creare continue polemiche. Prima Morgan e la polemica su di lui, poi quella sulla nave, sul pubblico, i figuranti. Poi ‘Non faccio più il Festival’ e un’altra polemica. Era meglio quando eri solo sessista“. La spalla di Amadeus ha quindi ricordato Little Tony, che avrebbe compiuto 80 anni il 9 febbraio, e ha annunciato che a Sanremo ci sarà un omaggio per lui. Durante la conferenza stampa, tra l’altro, Amadeus ha confermato che in caso di contagio da Covid per lui sarà Fiorello a condurre da solo.

La scenografia di Sanremo 2021

Nel corso della conferenza stampa sono state diffuse anche le prime immagini della scenografia. Così l’ha descritta il vicedirettore di Rai 1, Claudio Fasulo: “Una scenografia futuristica, un target composto da modernità e tradizione. Futuro e storia si ritrovano in questa scena. C’è una novità: un involucro che sarà inquadrato sia dall’interno che dall’esterno“.

Di seguito una foto:

Conferenza stampa Sanremo 2021: le parole dei dirigenti Rai

In conferenza sono intervenuti ovviamente anche i massimi esponenti della Rai. Il direttore Stefano Coletta ha parlato del Festival in termini importanti: “Sanremo è un’occasione di unione del paese, fa parte del nostro percorso identitario. Questa difficile esperienza del Covid ci ha unito, nella distanza, la nostra speranza è che questo rito collettivo che ci apprestiamo a rimettere in scena possa essere il Festival della consapevolezza, purtroppo non ancora della lrinascita“.

Il direttore ha aggiunto che la Rai non ha voluto rinunciare all’intrattenimento, richiesto in questo periodo dalle persone perché riempie la solitudine. E le 26 canzoni scelte sono espressione di questa richeista di solitudine, sono canzoni d’amore che rispondono al dolore e alla solitudine. Coletta ha quindi aggiunto: “Saltare questo appuntamento avrebbe allargato il senso di disorientamento“.

Sanremo strillo

ultimo aggiornamento: 09-02-2021


Addio a Mary Wilson, co-fondatrice delle Supremes

Il programma di Sanremo 2021 sera per sera