James Taylor tour 2022: tutte le date e i biglietti dei concerti in Italia del mitico cantautore americano, una leggenda del folk.

Se il 2021 sta faticando ad essere l’anno della ripresa totale, il 2022 potrebbe essere a tutti gli effetti un anno storico e da ricordare, almeno per il mondo della musica. Sono già tantissimi infatti gli appuntamenti che stanno affollando il calendario dei concerti per i dodici mesi che verranno. Tra questi, arrivano anche ben cinque concerti italiani di una leggenda del folk americano: James Taylor. L’artista ha annunciato una serie di date a febbraio dal significato davvero speciale. Andiamo a scoprire insieme tutti i dettagli dei concerti.

James Taylor torna in Italia nel 2022: le date

Le immagini dall’Italia sono state le prime che hanno fatto capire a noi americani quanto fosse grave la situazione“, ha spiegato il cantautore di Boston nel corso di una conferenza stampa con i media italiani: “Sono contento di tornare da voi per uno dei primi tour teatrali internazionali“.

chitarra acustica
chitarra acustica

Queste le cinque date in calendario, fin qui, nel nostro paese. Appuntamenti imperdibili da segnare assolutamente con un circoletto rosso sulle proprie agende:

– 22 febbraio al Teatro Colosseo di Torino
– 24 febbraio al Palabassano di Bassano del Grappa (Vicenza)
– 25 febbraio al Teatro Verdi di Firenze
– 27 febbraio all’Auditorium Parco della Musica di Roma
– 28 febbraio al Teatro degli Arcimboldi di Milano

James Taylor: i biglietti per i concerti

Reduce da un ultimo album fatto di cover e pubblicato nel febbraio 2020, all’alba della pandemia, James torna quindi in tour nel 2022 per regalare ai fan spettacoli molto speciali. I biglietti per i concerti sono disponibili dalle 11 del 16 luglio 2021 sul circuito TicketOne e nei punti vendita autorizzati.

Nel corso della sua chiacchierata con la stampa italiana, Taylor non ha mancato di regalare momenti emozionanti. In particolare si è commosso nel ricordare le registrazioni del capolavoro Blue di Joni Mitchell, alla quale era all’epoca legato sentimentalmente: “Quello fu un momento meraviglioso, un attimo perfetto. Entrambi ci stavamo facendo conoscere dal pubblico e condividevamo questa esperienza attraverso un’intensa relazione personale (…) Mi ricordo benissimo la tristezza della fine di quel momento perfetto: successo in aeroporto, io che rimango solo, lei che prende un aereo“.

Parlando della musica di oggi, James ha speso invece parole molto meno buone, spiegando come si stia tendendo sempre più a scrivere suonerie del telefono piuttosto che canzoni vere e proprie, perché la nostra attenzione è sempre più frammentata: servono piccoli oggetti che devono colpire subito. Ai suoi tempi invece ci si poteva annoiare e fare pensieri lunghi, e questa per lui è stata una fortuna.

Tornando a parlare del tour, l’artista ha quindi anticipato qualcosa sulla scaletta che presenterà: “Il repertorio verrà deciso nelle prossime settimane: è sempre una lotta tra canzoni meno conosciute e quelle più famose, devo trovare un equilibrio. Ma sono conscio che sarà un concerto dopo una lunga pausa e che la gente viene a vedermi per sentire pezzi famosi“. Di seguito la sua Handy Man:

TAG:
Concerti James Taylor strillo

ultimo aggiornamento: 14-07-2021


Elodie al lavoro sul nuovo album insieme a un team pazzesco

Tributo a Franco Battiato all’Arena di Verona: tutti i cantanti del cast, da Emma a Carmen Consoli