Coez, Wu-Tang: il nuovo singolo del cantautore di origini campane, a distanza di due anni dall’uscita del suo ultimo album.

Ma che fine ha fatto Coez? Se lo sono chiesto in molti negli ultimi due anni. Non che il cantautorapper fosse del tutto scomparso, intendiamoci. Lo abbiamo visto apparire negli ultimi tempi in un paio di featuring di prestigio, come quello con Marracash in Quelli che non pensano, o ancora quello con Neffa in Aggio perzo ‘o suonno. Stavolta però il suo ritorno è ufficiale, con un nuovo singolo tutto suo e tanta voglia di sorprendere, ancora una volta. Il titolo della sua nuova canzone è Wu-Tang. Ti dice qualcosa?

Coez
Coez

Coez, Wu-Tang: il ritorno dell’artista

A 38 anni, Coez non ha perso la voglia di stupire. Così, dopo aver annunciato solo 48 ore fa il suo ritorno, ha pubblicato il 23 settembre il nuovo singolo Wu-Tang. Ed è un pezzo che sa di ritorno al futuro. A partire dalla scelta di tornare a lavorare con Sine, suo storico braccio destro.

Due anni dopo il successo di È sempre bello l’artista esploso nella sena romana torna dunque nel segno della discontinuità. Se con il precedente progetto discografico aveva voluto rappresentare una nuova scena cantautorale che si era imposta a livello mainstream anche graziea lla sua spinta, con Wu-Tang torna a mostrare ils uo attaccamento alla cultura hip hop, senza disdegnare citazioni rock.

Coez, Wu-Tang: il significato

Per chi mastica un pochino di rap classico, il titolo non sarà un mistero: il riferimento è al Wu-Tang Clan, il supergruppo e collettivo newyorkese che negli anni Novanta cambiò per sempre la storia del genere. Spiega il rapper nativo di Nocera Inferiore: “Ho sempre amato i gruppi che potevano passare da canzoni introspettive a pezzi da un impatto più violento senza mai perdere di credibilità, forse questo pezzo in particolare prende ispirazione da Song 2 dei Blur, dove Damon Albarn sul ritornello cantava ‘when I feel heavy metal’. Ho pensato di tradurre tutto in un linguaggio più simile al mio mondo di appartenenza, e io quando ascolto il Wu-Tang vado fuori di testa“.

Un ritorno alle origini, dunque, per il rapper cresciuto nell’ambiente urban di Roma ascoltando i classici dell’hip hop anni Novanta. Con lui in quest’avventura i due produttori che fin dall’inizio lo hanno accompagnato, Sine e Ford 78. Non sappiamo se questo sia il primo passo per un nuovo sorprendente album, ma il dato di fatto è uno solo: Coez è tornato. Per restare. Di seguito l’audio di Wu-Tang:

strillo

ultimo aggiornamento: 23-09-2021


Benji e Bella Thorne per la prima volta insieme nel nuovo singolo Up in Flames

Cinque canzoni immortali per ricordare il genio di Ray Charles