Claudio Baglioni, In questa storia che è la mia: la data di uscita e la tracklist del nuovo album del cantautore romano, a sette anni da ConVoi.

Claudio Baglioni ha finalmente rotto gli indugi: il nuovo album ha un titolo e una data ufficiale di uscita. In questa storia, che è la mia, sedicesimo lavoro in studio del cantuatore romano, è in arrivo il 4 dicembre 2020. Un disco molto atteso per l’ex direttore artistico di Sanremo, che festeggia così il cinquantennale della propria straordinaria carriera.

Claudio Baglioni annuncia In questa storia che è la mia

In questa storia che è la mia è un invito. Una spinta a rileggere la nostra storia. La storia di ciascuno di noi, di queste pagine di musica e parole, che abbiamo scritto e vissuto insieme, e di questo tempo che – sebbene non si leggano – porta anche le nostre firme“, scrive Claudio Baglioni nel suo post di presentazione sui social.

Claudio Baglioni
Claudio Baglioni

Il sedicesimo disco del cantautore romano è ideato e composto come una volta, un progetto totalmente suonato, con musica strutturata come accadeva in passato. Le sonorità non sono digitali, e il ricorso all’elettronica è dedicato solo agli effetti di suono e atmosfere. All’interno dell’album saranno presenti quattordici brani inediti. Ecco il post di presentazione:

View this post on Instagram

IL 4 DICEMBRE ESCE IL NUOVO ALBUM CON 14 BRANI INEDITI IN QUESTA STORIA, CHE È LA MIA. «“In questa storia, che è la mia” è un invito. Una spinta a rileggere la nostra storia. La storia di ciascuno di noi, di queste pagine di musica e parole, che abbiamo scritto e vissuto insieme, e di questo tempo che – sebbene non si leggano – porta anche le nostre firme»: così CLAUDIO BAGLIONI a proposito di “IN QUESTA STORIA, CHE È LA MIA”, il suo nuovo attesissimo album, con 14 brani inediti, che uscirà il 4 dicembre, sedicesimo album in studio della sua cinquantennale straordinaria carriera, a sette anni da “ConVoi”. “Un album ideato e composto come una volta – racconta Claudio Baglioni – Vero, sincero, fatto a mano e interamente suonato. È un progetto al quale ho dedicato tutto me stesso, a partire dalla scrittura, strutturata come non accadeva da tempo, su linee melodiche e processi armonici che la musica popolare, sembra offrire sempre meno. Le sonorità sono tutte vere – nel senso di “acustiche” – basso, batteria, pianoforte, chitarre, archi, fiati, voce e cori – e il ricorso all’elettronica è stato dedicato, esclusivamente, alla cura degli effetti suono e delle atmosfere. Ne sono venuti fuori quattordici pezzi suonati dalla prima all’ultima nota, da un gruppo di musicisti straordinari, che fanno quello che ci si aspetta da loro: suonare con tutta la creatività, l’invenzione, l’energia e la passione – in una parola: la musicalità – che hanno dentro”. #INQUESTASTORIACHEÈLAMIA #4dicembre2020 Ph: @alessandrodobici @sonymusicitaly @sony_legacy_it

A post shared by Claudio Baglioni (@claudiobaglioniofficial) on

Claudio Baglioni: le date dei concerti Dodici note

In questo 2020 l’artista romano avrebbe dovuto essere protagonista di alcuni concerti a Roma, Siracusa e Verona, ma anche i suoi live sono slittati al 2021 a causa dell’emergenza Coronavirus.

Ecco tutte le nuove date dei live:

– 4, 5, 6, 8, 9, 10, 12, 13, 14, 15, 17, 18 giugno 2021 alle Terme di Caracalla di Roma

– 16 e 17 luglio 2021 al Teatro Greco di Siracusa

– 11 e 12 settembre 2021 all’Arena di Verona

I biglietti per questi concerti sono disponibili sul circuito TicketOne. Quelli già acquistati restano validi anche per le nuove date.

TAG:
Claudio Baglioni strillo

ultimo aggiornamento: 06-10-2020


I big del rap italiano passano a Soundreef: da Sfera Ebbasta a Marracash

Addio Eddie van Halen: il chitarrista è scomparso a 65 anni