La musica italiana e internazionale si è spesso lasciata ispirare dalla Commedia: ecco alcune delle canzoni più famose che citano Dante.

La grandezza di Dante è tale da renderlo una vera e propria popstar immortale. Anche molta musica italiana (e non solo) deve infatti alla sua opera molto del suo successo. Tra canzoni che citano alcuni dei versi più famosi del Sommo Poeta e altre che addirittura raccontano o parafrasano interamente alcuni dei Canti e degli episodi simbolo della Commedia, sono davvero tanti gli artisti che hanno trovato in Dante una forte fonte d’ispirazione. Riscopriamone alcune.

Le canzoni italiane che citano Dante

Il canto che più di tutti ha trovato fortune nella musica italiana è forse il più famoso in assoluto dell’intera Commedia. Stiamo parlando del V canto dell’Inferno, quello incentrato sul drammatico ed emozionante racconto di Paolo e Francesca. Chi non ricorda il verso “Amor, ch’a nullo amato amar perdona“, immortalato da Antonello Venditti in una delle sue canzoni più celebri: Ci vorrebbe un amico.

Antonello Venditti
Antonello Venditti

Un verso indimenticabile che è stato preso anche da Jovanotti e utilizzato nel testo della sua Serenata rap, completato con un ‘porco cane’ che non ne distrugge certo la poeticità. Ma Paolo e Francesca hanno ispirato anche alcuni brani importanti della nostra musica rap, come Claver Gold e Murubutu con Giuliano Palma, e sono stati raccontati in maniera sublime anche dai New Trolls nell’album Ut. Come dimenticare i ‘lamenti’ della chitarra di Nico De Palo? Riascoltiamola insieme:

Da Ligabue al caso Caparezza

Una citazione dantesca la troviamo anche in Siamo chi siamo di Ligabue (“Nel mezzo del cammin di nostra vita“), e in artisti affini all’opera del Sommo Poeta come il menestrello Angelo Branduardi, che nell’album L’infinitamente piccolo, dedicato a San Francesco, citò il Canto XI del Paradiso. Tornando all’Inferno, anche Franco Battiato ne è stato ispirato, in particolare nel brano Testamento dedicato al tema della metempsicosi: “Fatti non foste per viver come bruti, ma per seguire virtude e canoscenza“.

Un caso molto particolare è però quello di Caparezza. Artista eclettico e molto originale, ha tratto ispirazione dall’opera dantesca in un brano di straordinario impatto, in cui si pone dalla parte di Filippo Argenti nel brano Argenti vive, ispirato al Canto VIII della Commedia. Ecco il video ufficiale:

Le canzoni straniere dedicate a Dante e alla Commedia

Un’opera immensa e straordinaria come quella del Sommo Poeta ha però ovviamente superato i confini nazionali, raggiungendo anche molti artisti internazionali e ispirando canzoni, album, gruppi o intere carriere. Nella scena metal epica o sinfonica non sono rari i casi di progetti ispirati alla Commedia, e in particolare all’Inferno. E se pensiamo che anche in Howling Furies dall’albm Fistful of Metal degli Anthrax troviamo un incipit del tipo “Abandon all hope for those who enter“, è facile intuire quanto sia grande il peso di Dante anche all’estero.

Ma un esempio straordinario di musica d’ispirazione dantesca ce l’hanno offerta anche i Radiohead di Thom Yorke (peraltro legato all’Italia anche sentimentalmente). Nel loro progetto Hail to the Thief la band ha scelto di inserire sottotitoli o titoli alternativi per ogni traccia, facendo diventare ad esempio The Lukewarm la traccia 2 + 2 = 5, con riferimento agli ignavi del Canto III dell’Inferno.

TAG:
canzoni strillo

ultimo aggiornamento: 25-03-2021


Ermal Meta riempie di elogi Madame: “Brava!”

Mina: tutte le collaborazioni e i duetti della sua leggendaria carriera