BTS: l’ultimo album ha venduto oltre 1 milione di copie nel 2020, portando la band al primo posto delle classifiche di vendite.

I BTS sono i Beatles del Ventunesimo secolo? Può sembrare blasfemo, ma i numeri al momento parlano chiaro. L’album Map of the Soul: 7 del gruppo simbolo del K-pop a livello mondiale, ha conquistato il primo posto nella classifica delle vendite americane redatta da Forbes per i primi sei mesi del 2020, raggiungendo la somma di 1,41 milioni di copie. Numeri straordinari che confermano il successo del gruppo sudcoreano. Basti pensare che in questi primi sei mesi del 2020, oltre a loro, solo i Beatles sono riusciti a sfondare il muro del milione di copie negli Stati Uniti.

BTS: oltre 1 milione di copie vendute negli Stati Uniti

Il totale di oltre un miline di copie è stato raggiunto calcolando le vendite basandosi sull’album-equivalent unit, ovvero il parametro usato per dare il giusto peso alle copie fisiche, ai download e agli streaming. Secondo questo parametro, 1500 stream e 10 download equivalgono a un disco venduto.

BTS
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/bangtan.official

Come sottolineato da Forbes, solo i Beatles stanno riuscendo in questo 2020 a tenere testa in qualche modo ai BTS. Un traguardo straordinario questo anche per i Fab Four, che a oltre 50 anni dal loro scioglimento restano nei primissimi posti di tutte le classifiche di vendita. Riusciranno i BTS a fare altrettanto?

BTS da record con Map of the Soul: 7

Va detto che i ragazzi sudcoreani macinano numeri importanti non solo negli Stati Uniti, ma in tutto il mondo. Basti pensare che Map of the Soul: 7 The Journey, settimo album della loro carriera e quarto in giapponese, in arrivo il 7 agosto, è già uscito in digitale e ha conquistato il numero 1 su iTunes in 54 paesi in tutto il mondo, tra cui anche il nostro.

Di seguito il video di Stay Gold:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/bangtan.official

TAG:
BTS

ultimo aggiornamento: 16-07-2020


Louis Tomlinson: nuova data in Italia nel 2021

Ernia: il significato e il video di Superclassico