Il leggendario chitarrista dei Queen, Brian May, ha parlato del lavoro che ha svolto per migliorare la sua salute mentale e riprendersi dall’infarto.

Brian May ha parlato delle sue lotte con la depressione. Il chitarrista dei Queen potrebbe essere un maniaco del lavoro, ma ha rivelato che ci sono ancora giorni in cui non vuole alzarsi dal letto. “Sono stato in terapia“, ha detto al Daily Telegraph. “Ci ho lavorato molto. Ma ci sono ancora mattine in cui mi sveglio e penso: ‘Non voglio proprio alzarmi. Non credo di poter risolvere i problemi di oggi.’” Il musicista ha anche ammesso di aver trovato il lockdowndoloroso” perché ha perso la sua libertà. “È stato orribile, schifoso e piuttosto doloroso“, ha rivelato. “Non ho perso i miei mezzi di sussistenza, ma ho perso la mia libertà, cosa che ho trovato dolorosa. Un momento stai camminando per il mondo sulla cresta dell’onda, quello dopo sei rinchiuso come un prigioniero. E poi mi sono ammalato“.

Brian May
Brian May

Brian May parla della sua depressione: le rivelazioni

Brian May, 74 anni, ha avuto un infarto nel mese di maggio 2020 ed è stato sottoposto a un intervento di cardiochirurgia dove gli sono stati applicati tre stent. Tuttavia, il rocker – che è sposato con l’attrice Anita Dobson – ha rivelato che si sta ancora riprendendo dall’incidente e non “capisce” come gli sia successo. “Ancora non lo capisco“, ha detto in una intervista al Daily Telegraph.Non bevo, non fumo. Mi tengo in forma, vado in bicicletta e nuoto“. L’artista su Instagram:

Ha aggiunto: “È stato un lungo periodo di recupero e ci sono ancora dentro. Ci sono molte complicazioni con i farmaci, che rovinano davvero il tuo corpo. È stato terribile“. Sebbene May si stia ancora riprendendo, il rocker di Bohemian Rhapsody crede che tutto ciò è ancora inspiegabile. Ha detto: “E a volte penso che forse questo sono semplicemente io – questo è ciò che mi spinge e mi dà la forza di fare tutto ciò che faccio. Quindi è meglio che vada avanti e cerchi di fare un buon lavoro. Non so se ci riesco sempre, ma almeno ci provo“.

Il giardinaggio come terapia

Il chitarrista dei Queen si considera una “persona naturalmente depressa“. Tuttavia, uscire e andare nel suo giardino lo ha aiutato negli ultimi 12 mesi. Ecco cosa ha dichiarato May al Gardeners’ World Magazine: “È fondamentale per la vita. Sono consapevole di essere così fortunato ad avere del verde intorno a me – senza di esso penso che il mio cervello esploderebbe. Mi aiuta a mantenere l’equilibrio“.

Sono un depresso per natura, non sono una persona che vede la tazza mezza piena. Sono una persona che tende a sentire i problemi molto da vicino e il giardinaggio è di tale aiuto, è una delle grandi terapie della vita“. Nonostante ciò, Brian ha ammesso che il suo amore per il giardinaggio è iniziato a svilupparsi solo una volta diventato adulto.

TAG:
Brian May queen Rock

ultimo aggiornamento: 13-08-2021


David Bowie, venduta la casa di New York per 14 milioni di euro: le foto

Ron, le migliori canzoni: da Vorrei incontrarti tra cent’anni ad Anima