Bon Jovi, Crush: curiosità e canzoni dell'album di It's My Life

Bon Jovi: 20 anni fa usciva Crush, l’album di It’s My Life

Bon Jovi, Crush: curiosità sullo storico album che contiene la super hit It’s My Life, uno dei brani simbolo degli anni Duemila.

Otto anni dopo l’uscita di Keep The Faith, i Bon Jovi presentarono un nuovo album, intitolato Crush, pubblicato il 13 giugno 2020, nel quale era contenuta la hit It’s My Life, che si rivelò un grande successo dei primi anni 2000.

In una mossa controversa, Jon e Richie hanno scritto It’s My Life con l’hitmaker svedese Max Martin, i cui precedenti clienti includevano anche Britney Spears, tra gli altri.

Ma questa canzone non è solo una delle più intense e importanti che Bon Jovi abbia mai registrato. È anche un ritorno ai fasti degli anni ’80, con un classico coro, una chitarra talk-box di Sambora che fa eco a Livin ‘On A Prayer e un testo che fa riferimento ai personaggi principali di quella canzone, Tommy e Gina.

Il resto di Crush è anch’esso notevole, ma – certamente – è stato It’s My Life come brano a fare tutto il duro lavoro.

Bon Jovi, Crush: le curiosità sull’album

Il 13 giugno 2000 i Bon Jovi pubblicarono un nuovo album, intitolato Crush. Sono passati 20 anni da quella data e, di quel settimo lavoro in studio, è impossibile dimenticare un brano in particolare: It’s My Life.

Il video di It’s My Life:

Anche se i Bon Jovi è famoso in America per i suoi album Slippery When Wet e New Jersey, in Giappone, Europa e Australia, iI loro album più famoso è Crush.

L’album fu un grande successo nel Regno Unito e – come i cinque precedenti – riuscì ad ottenere la posizione numero 1 nella Official Album Chart. Crush fu accolto positivamente in tutto il mondo, tanto che l’album vendette oltre 15 milioni di copie.

Jon Bon Jovi
Jon Bon Jovi

Grazie alle canzoni in esso contenute, in particolare It’s My Life, la band – in un certo qual modo – si svecchiò della sua immagine un po’ anni ’80, per abbracciare una nuova generazione di ascoltatori.

Il loro settimo album, inoltre, permise alla band del New Jersey di ottenere la loro prima nomination ai Grammy Awards come Miglior album rock per quel che concerneva l’edizione del 2001, anche se fu scalzato da Supernatural del leggendario Carlos Santana.

Bon Jovi, Crush: le canzoni più belle e importanti dell’album

L’album – in totale – presentò al pubblico e ai fan fidelizzati della band, 12 brani:

It’s My Life
Say It Isn’t So
Thank You for Loving Me
Two Story Town
Next 100 Years
Just Older
Mystery Train
Save The World
Captain Crash & The Beauty Queen from Mars
She’s a Mystery
I Got the Girl
One Wild Night

Dalla lista, furono estratti tre singoli: It’s My Life (terza hit più venduta nel 2000), Say It Isn’t So e Thank You For Loving Me.

Furono incluse anche delle bonus track che variarono a seconda delle edizioni. Nella versione internazionale, infatti, fu inclusa I Could Make a Living Out of Loving You, mentre in quelle australiana e giapponese, fu inserita Neurotica.

Il video di Say It’isn’t So:

L’album, registrato ai Sanctuary II Studio, in New Jersey, in un primo momento ebbe diversi titoli provvisori: tra questi, Sex Sells, ma non piacquero, tanto – poi – da scegliere Crush.

I vecchi fan della band non accolsero bene questo settimo lavoro in studio della band, che – a loro dire – perdeva l’introspezione a cui erano stati abituati con le precedenti uscite.

Sul piano commerciale, però, Crush ottenne un boom stratosferico: raggiunse, infatti, la posizione numero 9 della Billboard 200 negli U.S.A, rimanendo fisso in classifica per nove settimane consecutive e affermandosi come il disco della band di maggior successo anche in Nord America.

Stessa accoglienza anche in Europa, dove Crush restò 15 settimane nella top 10 della European Top 100 Albums e sette alla numero 1. L’album permise alla band di portare a casa ben due dischi di platino dalla IFPI.

ultimo aggiornamento: 13-06-2020