Bello Figo, live annullato alla Latteria Molloy per minacce pesanti

Il concerto alla Latteria Molloy di Bello Figo, a Brescia, è stato annullato. Il motivo? Delle pesanti minacce rivolte ai proprietari.

chiudi

Video della settimana: Perché i Green Day si chiamano così?
Caricamento Player...

Bello Figo è un personaggio che non ammette “grigiori”: o lo si trova spassoso oppure lo si detesta. E, purtroppo, come spesso accade, è l’odio a prevalere e a portare addirittura alla sospensione di un live.

La vicenda riguarda la Latteria Molloy, che il 23 dicembre avrebbe dovuto ospitare un concerto di Bello Figo, il controverso rapper di origini ghanesi che canta “Non pago affitto”. I gestori si sono visti costretti ad annullare il concerto per via delle pesanti minacce ricevute.

Il comunicato

“Siamo spiacenti di comunicare che lo spettacolo di Bello Figo previsto per venerdì 23 dicembre alla Latteria Molloy è stato annullato. Al di là delle possibili polemiche, che erano state messe in conto, abbiamo ricevuto vere e proprie minacce che non ci permettono di far svolgere il concerto serenamente e garantire la sicurezza per il pubblico. Il clima di svago e divertimento che quell’evento avrebbe dovuto creare è stato irrimediabilmente compromesso. In questi primi 10 anni di attività la Latteria è sempre stata un luogo di aggregazione, e non di divisione e di conflitto. Da qui la scelta di cancellare il concerto, o quantomeno di rimandarlo a tempi più sereni. Grazie a chi comprende e ci supporta.”

Fenomeno Bello Figo

Il rapper ghanese, diventato una webstar per i suoi testi controversi e provocatori, era già molto conosciuto sul web. Il suo è diventato un vero e proprio caso mediatico quando ha “trollato” Alessandra Mussolini e altri ospiti nel programma condotto da Maurizio Belpietro, “Dalla vostra parte”, su Rete Quattro.

Bello Figo fa infuriare molti, ma diverte i più: ed è per questo che l’annullamento del live a Brescia non farà che aumentare la sua popolarità, a dispetto dei suoi detrattori.