La lettera, scritta dal manager dei Beatles, Brian Epstein, dopo il licenziamento del batterista originale della band – Pete Best – è stata messa all’asta.

Brian Epstein firmò la lettera di dimissioni dai Beatles di Pete Best, primo batterista dei Fab Four. Il musicista, qualche mese dopo, però, lasciò la formazione messa in piedi proprio da Epstein, per far posto a Ringo Starr. La lettera in questione è stata messa all’asta e fa leva su una serie di comunicazioni che Epstein inviò al “Beatle segreto“, Joe Flannery, una figura chiave nell’ascesa alla fama del quartetto di Liverpool.

Flannery, morto lo scorso anno all’età di 87 anni, è stato il responsabile delle prenotazioni della band dal 1962 al 1963, durante i primi anni della sua carriera. L’8 settembre 1962, Epstein gli scrisse per dirgli che aveva sciolto il contratto di Best. Tre settimane prima aveva detto al batterista che doveva lasciare la band.

Beatles, all’asta la lettera di licenziamento di Pete Best scritta da Brian Epstein

La lettera scritta dal manager dei Beatles, Brian Epstein, in seguito al licenziamento del batterista originale della band, Pete Best, è stata messa all’asta. Brian Epstein fece firmare il contratto a Paul McCartney, John Lennon, George Harrison e Pete Best – il primo batterista della band – il 24 gennaio 1962, dopo averli sentiti suonare. Ma, qualche mese dopo, licenziò Best e lo sostituì con Ringo Starr.

La lettera è stata conservata dalla famiglia di Flannery e ora viene venduta da suo nipote. Ecco la foto della lettera originale:

Epstein ha scritto: “Ho letto dal Mersey Beat (pubblicazione musicale di Liverpool) che Pete Best è ora entrato a far parte degli All Stars. Gli ho inviato, oggi, un certificato di liberazione dai suoi obblighi contrattuali nei miei confronti“.

Pete Best non convinceva John Lennon e Paul McCartney

John Lennon e Paul McCartney non era soddisfatti dalle performance di Best nelle loro prime registrazioni e il batterista fu licenziato e sostituito da Ringo Starr, solo pochi mesi prima che i Beatles iniziassero la loro svolta musicale.

La lettera, inviata l’8 settembre 1962, da Epstein era indirizzata al responsabile delle prenotazioni della band, Joe Flannery. Alla fine, Pete Best lasciò l’industria musicale per altre opportunità di carriera.

La storica lettera dovrebbe essere messa all’asta almeno per 1.000 sterline, ma il manager di Omega Auctions ha detto alla CNN che ci sono “tutte le possibilità” che potrebbe essere venduta per un costo superiore a quello stimato. Si prevede che un’intera collezione di oltre 200 articoli dei Beatles, molti dei quali associati a Flannery, venduti da Omega Auctions, farà entrare un guadagno che oscilla tra le 60.000 e le 80.000 sterline in totale.

The Beatles
The Beatles
TAG:
beatles Rock

ultimo aggiornamento: 24-10-2020


Drake, le migliori canzoni: da Hotline Bling a Hold On, We’re Going Home

Adele è tornata, ma per la musica bisogna ancora aspettare: “Il nuovo album non è ancora finito”