Avri Lavigne ha deciso di ripubblicare Warrior in una nuova versione, We Are Warriors: il ricavato andrà in beneficenza contro il Coronavirus.

Anche Avril Lavigne ha deciso di agire in prima persona per arginare il Coronavirus. La popstar canadese non si è però limitata a ‘semplici’ donazioni, ma ha voluto regalare ai fan una nuova canzone. O meglio, una nuova vecchia canzone.

L’artista ha infatti re-inciso una sua precedente canzone, Warrior tratta dall’album Head Above Water del 2019, stavolta però a scopo benefico: il ricavato sarà devoluto a un’associazione che si occupa dei medici in tutto il mondo.

Avril Lavigne: nuova canzone per i medici

La cantante canadese ha comunicato sui social la nuova uscita. Da quando è stato capovolto il nostro mondo, spiega Avril, molte persone hanno indossato l’armatura e sono andate in battaglia (in senso metaforico). Così anche semplici compiti, come recapitare la posta, sono diventati sforzi davvero eroici.

Volevo essere coinvolta e contribuire, quindi ho dovuto lavorare in studio e voglio dedicare questo brano a tutti voi“, ha affermato la cantante, “Ho ri-registrato Warrior per riflettere il nostro mondo attuale e tutte le incredibili cose eroiche che stanno facendo”.

Il brano è stato quindi dedicato agli operatori sanitari, ai postini, ai negozi alimentari, alle forze dell’ordine e a tutti coloro che hanno visto il proprio mondo scosso.

Avril Lavigne
Avril Lavigne

Avril Lavigne: We Are Warriors

La popstar, che negli scorsi giorni aveva dovuto annunciare il rinvio dei concerti in Europa, ha affermato che tutto il ricavato di We Are Warriors andrà a Project Hope, un’organizzazione in prima linea per proteggere medici e operatori sanitari in tutto il mondo.

Un bel gesto da parte di Avril, che ha voluto dare il suo contributo concretamente per far sì che questa pandemia possa essere cancellata il prima possibile. Ascoltiamo insieme We Are Warriors:

TAG:
Avril Lavigne coronavirus news

ultimo aggiornamento: 24-04-2020


Alex Britti, Una parola differente: il nuovo singolo

Times Like These dei Foo Fighters diventa un inno contro il Coronavirus