Sono stati arrestati a Milano i rapper Baby Gang e Neima Ezza: l’accusa è di aver partecipato a numerose rapine.

Il mondo della musica italiana è stato sconvolto da una notizia clamorosa: sono stati arrestati a Milano e a Sondrio due famosi rapper, Baby Gang e Neima Ezza! I due artisti, tra i principali esponenti della drill in Italia, sono accusati di aver commesso almeno quattro rapine ai danni di alcuni ragazzi di Milano e Vignate, nel milanese. Il provvedimento, secondo quanto riferito dall’Ansa, prevede la misura cautelare in carcere per il ventenne Baby Gang e di domiciliari per Neima Ezza, a sua volta ventenne, e per un altro ragazzo loro complice di soli 18 anni.

Arrestati i rapper Baby Gang e Neima Ezza

Le indagini, condotte dalla Compagnia Carabinieri di Pioltello e dall’Ufficio di Prevenzione Generale Soccorso Pubblico della Questura di Milano, hanno consentito di ricostruire gli episodi che avrebbero avuto per protagonisti i tre arrestati. La modalità delle rapine prevedeva che i tre, in superiorirtà numerica rispetto alle vittime, si avvicinassero loro in maniera minacciosa, per farsi consegnare denaro, gioielli e altri effetti personali.

Rapper
Rapper

Le vittime, in tre casi, sono state fermate presso le Colonne di San Lorenzo e in piazza Vetra e colpite con pugni e schiaffi prima di essere derubate. Ulteriori accertamenti sono in corso per valutare l’eventuale coinvolgimento dei tre arrestati ini altri episodi analoghi accaduti nel milanese.

Lo scorso aprile Neima Ezza aveva fatto parlare di sé per aver radunato diverse centinaia di giovani in zona San Siro per registrare un video musicale. L’evento, contrario alle norme anti Covid, si era concluso con un lancio di oggetti contro le forze dell’ordine. Negli anni scorsi Baby Gang era stato invece deferito per diffamazione e violenza di proprietà intellettuale, oltre che per porto abusivo di armi, vilipendio della Repubblica e oltraggio a pubblico ufficiale.

Chi sono Baby Gang e Neima Ezza

Baby Gang è un rapper classe 2001, famoso per canzoni come Delinquente. Nella sua carriera musicale ha raccontato spesso esperienze vissute sulla sua pelle, come quella nel carcere minorile Beccaria di Milano. Ha raggiunto grande notorietà grazie a collaborazioni con artisti del calibro di Capo Plaza.

Neima Ezza è invece uno dei principali esponenti della drill nel nostro Paese. A sua volta racconta episodi spesso tratti dalla sua vita quotidiana. Quella dura esistenza delle periferie in cui trovare una speranza è spesso impossibile, se non entrando nel circolo della criminalità.

Di seguito la sua Banlieu:

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 20-01-2022


Nuovo caso Covid a Sanremo, Amadeus trema: cosa sta succedendo

“Ho pensato di suicidarmi”: Sia mette in allarme i fan