Anastasio, Assurdo: il nuovo singolo del rapper che ha vinto X Factor nel 2018, protagonista anche a Sanremo.

Assurdo, ma dopo due anni sta per tornare Anastasio. Con un singolo intitolato proprio così: Assurdo. Dopo l’exploit mondiale dei Maneskin, un altro grande protagonista lanciato da X Factor, vincitore del talent nel 2018 e protagonista a Sanremo l’anno successivo, è pronto a ripredersi la scena. E proverà a farlo con una nuova versione di se stesso. Perché in questi due anni di silenzio il rapper campano è cambiato, non è più quello di Rosso di rabbia, ma un artista ancora più maturo e meno loquace, dotato di una penna che vuole essere differente, ma non meno incisiva.

Anastasio, Assurdo: il nuovo singolo

Forse l’ultimo grande nome partorito da X Factor fin qui, se non si considerano i Maneskin. In attesa di Baltimora, gli artisti che fin qui hanno vinto dopo il rapper non sono infatti riusciti a confermarsi al di fuori del talent.

Anastasio
Anastasio

Diverso il discorso per Anastasio, che ottenne un doppio platino già con La fine del mondo, brano lanciato nel programma, prima di debuttare a Sanremo e di lanciare anche un primo album, Atto zero, passato forse troppo sotto silenzio rispetto alle aspettative.

Un successo relativo che ha forse spinto, ancora più della crisi pandemica, l’artista a chiudersi in se stesso e a lavorare sulla propria personalità e anche sul proprio talento. Un paio d’anni di pausa di riflessione che lo hanno portato a cambiare e cambiarsi, come dimostra il singolo Assurdo, in uscita il 14 gennaio, e come proverà anche il nuovo album, atteso per i prossimi mesi.

Anastasio annuncia il nuovo album

Intervistato da Repubblica, l’artista partenopeo ha spiegato il motivo dei suoi due anni di silenzio. Dopo il suo debutto, ha deciso di fermarsi perché si sentiva saturo e ripetitivo. Serviva un lavoro concreto su se stesso, e così ha formato il suo nuovo stile, che definisce solido. La sua scrittura è infatti cambiata. Prima era un fiume di parole, ora prova ad essere incisivo ma facendo più economia nei suoi testi. Perché a volte i suoi ragionamenti, riversati in strofe lunghe e articolate, sacrificavano eccessivamente la melodia, che gioca invece un ruolo fondamentale.

Un cambiamento radicale per un artista che vuole recuepare ciò che le coincidenze negative gli hanno tolto: “Il mio debutto è uscito una settimana prima del lockdown, ne ha risentito. Mi sono fermato, per la tempistica sono sfortunato“. Adesso però la pandemia sembra in regressione (nonostante i numeri abnormi degli ultimi giorni), e il rapper è pronto a rilanciarsi in grande con un nuovo disco, più maturo rispetto al precedente: “Sono molto aperto alla sola canzone, anche se non ho composto un lavoro completamente cantautorale“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

strillo

ultimo aggiornamento: 10-01-2022


Colpaccio per Amadeus: Checco Zalone ospite a Sanremo 2022

Le migliori canzoni di Rod Stewart, leggenda del rock britannico