Woody Allen: un concerto agli Arcimboldi e regia alla Scala in estate

Woody Allen e la New Orleans Jazz Band hanno annunciato un nuovo tour europeo, con un concerto in Italia: le date e i biglietti.

Woody Allen torna a esibirsi in concerto in Italia con la sua New Orleans Jazz Band. Il celebre regista ha annunciato per l’estate una nuova tournée in Europa del suo gruppo, con tre date già ufficializzate, tra cui una nel nostro Paese. Non solo. Perché Woody sarà anche atteso dalle ultime fasi di regia di Gianni Schicchi alla Scala.

Ecco tutte le informazioni sulle nuove performance musicali di uno dei geni di Hollywood.

Woody Allen e la New Orleans Jazz Band: il concerto in Italia

La location scelta da Woody e dai suoi compagni è il Teatro degli Arcimboldi di Milano, e la data il 28 giugno 2019. I biglietti per questo grande evento sono in vendita sul circuito TicketOne a partire da 75 euro più diritti di prevendita.

La scaletta sarà composta per la gran parte da brani leggendari del jazz di inizio secolo: da Sidney Bechet a Jimmie Noone, senza dimenticare i classici di uno degli artisti più amati da Allen, Louis Armstrong.

Woody Allen
Fonte foto: https://www.facebook.com/styleveryday

Woody Allen alla Scala

Il regista seguirà poi le ultime fasi della regia di Gianni Schicchi alla Scala di Milano dal 6 al 21 luglio. Per Woody non sarà una prima volta assoluta. Si tratterà infatti della ripresa di un allestimento dell’opera di Puccini da lui già messo in scena alla Los Angeles Opera, e presentata al Festival dei Due Mondi di Spoleto nel 2009.

Woody Allen e la musica jazz

La storia d’amore tra Woody Allen e la musica, soprattutto jazz, è di lunga data, anche se non sempre è stata contraccambiata. Clarinettista di dubbio talento, ma di gran cuore, Woody ha iniziato a esibirsi con la band nel 1996, con il primo tour europeo. Una ventina di concerti poi raccolti nel documentario Wild Man Sings the Blues di Katherine Bigelow.

Ma in realtà da sempre Allen ha mostrato un’ottima cultura musicale, un grande amore per la materia e anche un buon gusto. Basti pensare alle colonne sonore dei suoi film, pregne di jazz d’autore, e a volte di musica classica. In alcuni casi, Woody si è prestato anche come autore di alcuni dei brani in esse inseriti, come per il film Il dormiglione del 1973.

Di seguito un’esibizione d’annata di Woody Allen con il suo clarinetto:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/styleveryday

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 17-02-2019